E’ previsto l’utilizzo di diversi linguaggi espressivi, dalla musica al gesto, dalla recitazione alla danza. L’iniziativa, dal titolo “Progetto musica insieme: la rassegna delle orchestre dei bambini” fa parte delle offerte formative delle Chiavi della Città dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione, in collaborazione con il Centro Teatro Educazione dell’Eti Teatro Pergola e con la preziosa partecipazione dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (www.portaleragazzi.it), dell’Accademia Musicale di Firenze, della Compagnia Sperimentale Opera Bazar e del Centro Attività Musicali. La prima orchestra si esibirà giovedì 10 e venerdì 11 aprile alle 17,30 con “Mediterraneo: Musiche e danze del Mare “Nostrum”, condotto e diretto da Lucia de Caro dell’Accademia Musicale di Firenze. Per il progetto “Mediterraneo” l’Accademia Musicale di Firenze ha ricevuto la medaglia di bronzo del Presidente del Senato della Repubblica Italiana.

Lunedì 14 aprile alle 16,30 il cartellone prevede lo spettacolo “Lo scoiattolo in gamba di Nino Rota” con la compagnia sperimentale Opera Bazar, condotto e diretto dal Maestro Aldo Tarabella e dalla regista Emiliana Paoli. La stessa compagnia sarà di scena, con i bambini, il giorno seguente, sempre alla stessa ora, con “Fantasie di Micro – opera”. L’iniziativa si conclude mercoledì 16 aprile alle 17,30 con “Tutti i colori del blues” condotto e diretto dal musicista Alessandro di Puccio del CAM il Centro Attività Musicali.Lo spettacolo della prima opera “Mediterraneo: musiche e danze del Mare Nostrum” è ambientato in un famoso ristorante “Il Mediterraneo”, nel centro di Parigi, che diventa luogo di incontro tra personaggi provenienti dai diversi paesi che si affacciano sull’omonimo mare. Emergono lingue, musiche, culture, tradizioni di terre che, almeno nella finzione, si dimostrano aperte al dialogo.

“Lo Scoiattolo in Gamba” è nata come una vera opera lirica in miniatura cantata da voci liriche adulte e destinata ai bambini. In questa versione invece gli interpreti saranno tutti bambini tranne uno, il Re Pappone; inoltre i ruoli solisti saranno interpretati da diversi bambini nelle varie scene e frequentemente raddoppiati vocalmente dal coro. Durante il lavoro iniziale di “Fantasie di Micro – Opera” è stata rivolta una particolare attenzione alla creazione di una storia inventata dai bambini, attraverso una serie di stimoli creativi sviluppati attorno ad un unico soggetto: il circo. Dal punto di vista musicale il primo passo per la composizione delle micro-opere è stato quello di abituarsi alla ritmica naturale e musicale della parola e più precisamente al rapporto tra ritmo e sillaba.

Nei “Tutti i colori del blues” si narra la storia di un percorso di viaggio di un giovane nomade alla scoperta del mondo, durante il quale ci farà conoscere diverse lingue (assolutamente inventate dai bambini), la loro musica, i loro balli e i loro coloratissimi costumi. Lo spettacolo si chiuderà con l’ultima canzone “l’Esperanto Blues”, cioè il linguaggio musicale che il nomade dice di aver creato ispirandosi alle diverse culture e forme musicali dei popoli incontri durante i suoi viaggi.Il progetto delle orchestrine, ideato per i bambini, e che ha visto la partecipazione di 116 insegnanti, nasce con lo scopo di accendere negli alunni la fantasia, la spontaneità e un sano mettersi alla prova in prima persona, che determina in loro la consapevolezza del potenziale espressivo proprio attraverso la musica e l’arte. I ragazzi conosceranno il teatro come luogo di interesse sia dal punto di vista storico sia come luogo dedicato alle arti e allo spettacolo. Essi trascorreranno, infatti, l’intera giornata, il giorno dello spettacolo, come dei veri artisti.

Importante in questo contesto la collaborazione con l’Eti-Pergola, finalizzata non solo a mettere in evidenza metodologie e strumenti educativi per la valorizzazione dei linguaggi giovanili ma anche come forma di disseminazione dell’ esperienza in altre realtà. E’ possibile consultare e scaricare in formato pdf l’intero “Cartellone delle Operine”, a cura dell’assessorato alla pubblica istruzione, collegandosi al sito www.portaleragazzi.it dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.