martedì, 5 Luglio 2022
HomeSezioniEventiNUTIDA Nuovə danzatrici/ori: festival di...

NUTIDA Nuovə danzatrici/ori: festival di danza contemporanea a Scandicci

Dal 23 giugno al 20 luglio 2022 al Pomario del Castello dell’Acciaiolo compagnie di danza, artisti internazionali e nuovi talenti

-

Al Pomario del Castello dell’Acciaiolo di Scandicci arriva il festival di danza contemporanea NUTIDA Nuovə danzatrici/ori. Giunto alla sua terza edizione, il festival si svolge dal 23 giugno al 20 luglio 2022 e propone spettacoli nell’ora che precede il tramonto, promuovendo nuove generazioni di danzatori ed accogliendo lavori site specific pensati o riadattati per il cortile e i due prati del Pomario. NUTIDA, con la direzione artistica di Cristina Bozzolini e Saverio Cona, è prodotto da Stazione Utopia con il sostegno di Mic, Città metropolitana di Firenze e Comune di Scandicci nell’ambito di OpenCity 2022.

A NUTIDA compagnie di danza, artisti internazionali e nuovi talenti

NUTIDA – nome evocativo, che contiene NU di nuovi, UT di utopia, DA di danzatori e che in svedese significa contemporaneo – propone in 18 giorni 21 titoli, 28 repliche che includono 9 prime nazionali, 6 produzioni e 2 coproduzioni, 39 artisti under 30. Ospita importanti compagnie di danza italiane come Aterballetto, Spellbound Contemporary Ballet, Sosta Palmizi, Artemis Danza, ErsiliaDanza, ResExtensa Dance Company, Associazione VAN, Compagnia Simona Bucci/Compagnia degli Istanti, Nuovo Balletto di Toscana, Balletto di Parma, con la presenza di artisti di fama internazionale quali Philippe Kratz, Midori Watanabe, Joy Alpuerto Ritter, Pablo Girolami, e con produzioni di giovanissimi danzatori e coreografi tra cui Roberto Doveri, Sofia Nappi, Veronica Galdo, Emma Zani, Daria Lidonnici, Silvia Giordano, Alice Catapano, Camilla Diana, Aldo Nolli, Beatrice Ciattini e Niccolò Poggini.

NUTIDA Nuovə danzatrici/ori: gli spettacoli di giugno

La rassegna inizia il 23 giugno con due spettacoli: Somnus con la coreografia di Alice Catapano, protagonista in scena insieme a Matteo Capetola in una nuovissima produzione del festival; a seguire Aterballetto presenta Another story, coreografia di Diego Tortelli, con Estelle Bovay e Hélias Tur-Dorvault. Il 25 giugno sarà la volta di Endiatri, una produzione in prima di NBDT – Accademia, con la coreografia di Beatrice Ciattini e Niccolò Poggini e sette giovani danzatrici. Il 27 giugno va in scena Suoni in uno spazio abbandonato III, uno studio concepito dal musicista Timoteo Carbone con due danzatori ed un’installazione pittorica di Federico Zurani, coproduzione di NBDT e Fabbrica Europa. Il 28 giugno (con repliche 3, 4, 17 e 20 luglio) una produzione di NUTIDA in prima nazionale: Techne (5 studi per 3 danzatrici), coreografata da Beatrice Ciattini e Niccolò Poggini; segue la Compagnia NBDT con la prima di When he plays, coreografia di Daria Lidonnici. Il 29 giugno Silvia Giordano, coreografa e autrice di origine friulane, si cimenta nel lavoro Refresh oranges into the ocean.

Festival di danza contemporanea a Scandicci: gli appuntamenti di luglio

Il 3 luglio arriva al festival Artemis Danza con lo spettacolo α-Binary di Jessica D’Angelo, mentre il 4 luglio è in calendario Intimo abitare di Anna Balducci con la Compagnia degli Istanti/Compagnia Simona Bucci. Il 5 luglio va in scena Autarchia, coreografia di Roberto Doveri, con Mattia Marzi, Zarah Frola, Lisa Malaguti, Filippo Ferrari, Daniele Natale, Christopher Nwagwu Nnamdi, del Balletto di Parma. L’8 luglio tocca a due nuove produzioni del festival: Speachless, un solo danzato da Veronica Galdo con la coreografia di Daria Lidonnici, e Penelope, una creazione di Aldo Nolli, qui anche danzatore. Il 12 luglio Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco portano all’attenzione del pubblico Greta on the beach/studio. Il 13 luglio la coreografa e danzatrice giapponese Midori Watanabe nel suo Butterfly solo propone un singolare ritratto dell’eroina pucciniana Cyo Cyo San (produzione ErsiliaDanza). Fiori assenti è un nuovo debutto – il 14 luglio – per Emma Zani e Roberto Doveri, con uno spettacolo frutto di una coproduzione tra NUTIDA Nuovə danzatrici/ori e Compagnia Giardino Chiuso. Il 15 luglio la compagnia ResExtensa diretta da Elisa Barucchieri presenta Non tutti sanno che… Segue in prima regionale Babae della statunitense Joy Alpuerto Ritter, nome di spicco della danza internazionale. Il 17 luglio va in scena in prima Folìa, una produzione del festival che si avvale della coreografia dell’attrice e danzatrice Camilla Diana. La serata del 18 luglio in prima regionale la compagnia svizzera IVONA propone Manbuhsona; torna poi a Firenze, su invito di NUTIDA Nuovə danzatrici/ori, il pluripremiato coreografo tedesco Philippe Kratz per la creazione Midnight youth che il festival realizza in coproduzione con NBDT in prima nazionale. Il 19 luglio la compagnia romana Spellbound Contemporary Ballet presenta Ascent, coreografia di Mauro Astolfi, interpretato da Giuliana Mele e Mario Laterza. Il festival si chiude il 20 luglio alle 19.30 con un lavoro di Sofia Nappi, Ima-uno studio tratto da una recente produzione che la coreografa riadatta per gli spazi dell’Acciaiolo.

Il costo del biglietto intero è 5 euro, il ridotto costa 3 euro (riduzioni per under 12 / over 65 / studenti). Prenotazioni con vendita biglietti in loco su scandicci.ticka.it, prevendite www.ticketgate.it. I laboratori sono gratuiti.

Il programma dettagliato del festival è disponibile sul sito di Stazione Utopia.

Ultime notizie