Sono due giovani infaticabili e lavorano sodo, tutti i giorni escluso il sabato pomeriggio, per accontentare i loro affezionati clienti che oggi hanno gusti diversi, piu’ difficili: si tratta di famiglie di stranieri, per lo piu’, che soggiornano un po’ piu’ a lungo in città, non sono i soliti turisti in comitiva, che non hanno il tempo materiale di fermarsi. Massimo e Marta hanno epsortato il loro know-how, partecipando a fiere e mostre-mercato, come ad esempio “Taste”. Non sono organizzati per la ristorazione, ma propongono ai clienti pasti veloci. Hanno un laboratorio attrezzato che si è allargato negli ultimi anni e forse da quest’estate sarà ancora piu’ grande. Tra i prodotti a disposizione, tutti di produzione artigianale ci sono sughi semplici, come la puttanesca o il sugo “finto”, le creme (ai funghi, alle olive etc.) confezionati con il marchio Villa Marta, cantuccini croccanti, biscotti con i pinoli, il panforte Margherita, il fiore all’occhiello, la torta MartaRe, torta al cioccolato dagli ingredienti pregiati e senza conservanti. Poi ci sono importanti etichette per vini di eccellenza.
E’ giunto il momento di comunicare al grande pubblico la qualità dei prodotti, che rispettano la tradizione ed il benessere del consumatore, ma pure l’insieme di fattori che si uniscono alle gustose creazioni, come l’ospitalità e la professionalità accumulata in decenni di attività
Osteria de L’Ortolano
Via degli Alfani 91/r Firenze
In collaborazione con la pubblicazione Degusta