domenica, 27 Settembre 2020
Home Sezioni Eventi Porta d'Europa, un incontro per...

Porta d’Europa, un incontro per salvare l’opera d’arte di Lampedusa

Il medico dei migranti ed europarlamentare Pietro Bartolo sarà a Scandicci per la campagna di crowdfunding lanciata per il restauro dell'opera di Mimmo Paladino

-

Un aiuto per salvare la Porta d’Europa. C’è tempo fino al 20 settembre per sostenere il progetto di crowdfunding promosso da Unicoop Firenze per salvare l’opera dell’artista della Transavanguardia Mimmo Paladino – intitolata La Porta d’Europa – inaugurata a Lampedusa nel 2008 e oggi segnata dal vento e dalle intemperie del mare.

Di questa opera e della situazione sull’isola siciliana si parlerà durante un incontro a Scandicci (Firenze), che vedrà la partecipazione di Pietro Bartolo, medico di Lampedusa ed europarlamentare: appuntamento venerdì 11 settembre alle ore 18.00, presso l’Auditorium del Centro Rogers.

L’incontro a Scandicci per parlare dell’intervento di restauro

Gli interventi di restauro della porta – per realizzare il quale è attivo un progetto di crowdfunding a cui si può aderire dalla piattaforma Eppela – prevedono la pulitura generale di tutta l’opera, sostituzione delle parti metalliche degradate dal tempo, incollaggio delle scaglie di ceramica, stuccatura e consolidamento della struttura.

Per partecipare all’incontro in programma all’Auditorium del Centro Rogers, che si svolgerà nel rispetto del distanziamento e delle misure anticontagio, è consigliata la prenotazione. All’incontro “Salviamo la Porta d’Europa” parteciperanno anche Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze e Sandro Fallani, sindaco della Città di Scandicci.

Cos’è “La Porta d’Europa”: l’opera di Mimmo Paladino

“Porta di Lampedusa – Porta d’Europa” di Mimmo Paladino è l’opera dedicata alla memoria dei migranti che hanno perso la vita in mare, che fu promossa nel 2008 da Associazione Amani e Arnoldo Mosca Mondadori. Il monumento di quasi cinque metri di altezza e di tre metri di larghezza, realizzato in ceramica refrattaria e ferro zincato, si ispira alla drammatica vicenda delle migliaia di migranti che, affrontando incredibili avversità, tentano – troppo spesso invano – di raggiungere l’Europa alla disperata ricerca di un destino migliore.

La porta è un simbolo universale, che incarna il messaggio di una città e di una comunità, quella di Lampedusa, che accoglie e non resiste. Ma la porta segna anche il punto di accesso all’Europa, come tratto culturale che ci caratterizza e civiltà basata sui valori fondanti di solidarietà, accoglienza, uguaglianza e rispetto dei diritti di tutti gli uomini.

Ultime notizie

“Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin. La recensione

Se nei primi capitoli vi sembrerà di saggiare l’acqua con i piedi sul bagnasciuga, scoprirete, man mano che andate avanti, di trovarvi sempre più a largo, nel mare aperto dell’esistenza di Violette

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili

Inter Fiorentina in tv: Sky o Dazn?

Inter Fiorentina in tv: una partita da non perdere quella in programma alle ore 20.45 a San Siro: ma dove vederla in Tv su Sky o Dazn?