sabato, 4 Dicembre 2021
HomeSezioniEventiVa dove ti porta il...

Va dove ti porta il vip

Anche per quel che riguarda il food and beverage (come va tanto di moda dire oggi), c’è una folta schiera di emuli voyer che amano mangiare, bere e sollazzarsi dove ama mangiare, bere e sollazzarsi qualcun altro.

-

Preferibilmente qualcuno di famoso. “Io? Io il gelato lo mangio solo dove lo magia tizio”, come se fosse una garanzia di qualità. Come se quel tale facesse l’assaggiatore di professione e certificasse la bontà del cibo e delle bevande. Nemmeno si trattasse di un enogastronomo.

A Firenze storicamente non si è mai prestata tanta attenzione a queste sottigliezze. Ma si sa, col passare del tempo le abitudini cambiano, e così il fiorentino medio ha cambiato radicalmente il suo modo di fare, diventando più gossipparo e tamarro. Non si sfugge più alla calamita vip.

Al Cavalli Club si incontra il padrone di casa e alcuni calciatori della fiorentina, gli stessi che poco prima avevano cenato al Panta Rei. Al Fuor d’Acqua ci vanno un po’ tutti, portafoglio permettendo, perché fa tanto fico. Da Piero Chiambretti, agli imprenditori più noti, fino a qualche velina di passaggio. Il Cibreo è il regno di politici e intellettuali. Da Leonardo Domenici a Fiorella Mannoia, sono passati tutti dagli ambienti radical chic firmati dallo chef Fabio Picchi. Al ristorante Villa Bardini si vocifera che sia passato persino il magnate russo Abramovic.

Cartina alla mano, si potrebbe tracciare un percorso sulle orme dei vip (fiorentini e non), sulla falsa riga di quelli dedicati ai luoghi dell’arte e della letteratura. Un business da non sottovalutare. Ma solo per gli amanti del genere. 

Ultime notizie