sabato, 24 Febbraio 2024
HomeSezioniFiorentinaCabral e Jovic non convincono,...

Cabral e Jovic non convincono, i piani della Viola per il 2024

La Fiorentina è sempre stata una squadra votata all’attacco, e le sue migliori fortune sono da sempre legate al gioco offensivo. Non si parla soltanto dei risultati sportivi, ma anche di quelli economici, date le illustri cessioni che nel corso degli anni hanno consentito alle casse gigliate di prendere una sana boccata d’aria fresca. Eppure il “giocattolo”, oggi, sembra essersi rotto. La partenza di Chiesa e di Vlahovic non è mai stata rimpiazzata in modo adeguato.

Capita, anche quando porti a Firenze un nome altisonante come Jovic, direttamente dal Real Madrid. Il serbo non ha mai convinto, e lo stesso discorso vale per il compagno di reparto, Cabral. A meno di clamorosi ribaltoni, dunque, nella sessione estiva i viola dovranno cambiare strategie.

Cabral e Jovic: una coppia mai esplosa in maglia viola

La Fiorentina attualmente naviga a vista in campionato, collocandosi in 13esima posizione, al sicuro dalla zona retrocessione ma lontana anni luce dall’Europa. La proprietà e i tifosi, ovviamente, non sono disposti a tollerare una situazione del genere, soprattutto perché si parla della Fiorentina, una squadra che dovrebbe sempre galleggiare ai piani alti. Anche all’inizio del campionato, le scommesse Serie A proponevano una prospettiva ben diversa da quella attuale, soprattutto se si considerano i presunti numeri che Jovic e Cabral avrebbero dovuto collezionare.

Come sempre, però, alla fine è il campo che regala le uniche e inappellabili sentenze. E la sentenza di oggi recita così: Jovic a quota 19 presenze e 3 reti in campionato (4 se si conta anche la Coppa Italia), Cabral 16 presenze e 3 reti. Davvero troppo poco, per un giocatore preso in prestito dal Real Madrid e per un talento costato ben 16 milioni di euro più bonus. Forse la delusione più cocente è proprio Cabral, che in un anno ha fatto intravedere davvero poco, con 5 reti in 30 presenze in Serie A. Un vero peccato, perché “Abra-Cabral” era sbarcato a Firenze con ben altre intenzioni.

Oltre al danno, anche la beffa: Cabral, infatti, aveva fortemente voluto la maglia numero 9 di Vlahovic. Ma i valori tecnici, purtroppo per la viola, non sono stati gli stessi. Per quel che riguarda Jovic, la questione sembra molto in salita: essendo in prestito, in estate la Fiorentina dovrà discutere sia col Real Madrid, sia col giocatore. Difficile pensare che, ad oggi, sia disposta ad un investimento così oneroso, visti i risultati.

I piani della Fiorentina per il prossimo calciomercato

In attesa che possa accadere il miracolo, ovviamente la Fiorentina inizia a guardare all’attacco che verrà, dunque alle manovre del prossimo calciomercato. Siamo ancora molto lontani, c’è mezzo campionato da giocare, ma ci sono già alcuni nomi che iniziano a gravitare intorno al pianeta viola. Uno dei più stuzzicanti è Andrea Belotti, tesserato dalla Roma a parametro 0 e attualmente ai margini del progetto di Mourinho. Anche in questo caso, però, si tratterebbe di una scommessa. Gli altri due nomi oggi in lizza per vestire la maglia viola sono Shomurodov e Petagna.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -