lunedì, 19 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina E per l'erba del Franchi...

E per l’erba del Franchi spunta la bio-vernice

Dopo le discussioni degli ultimi giorni sullo "stato di salute" del manto erboso dello stadio, l'assessore Cavandoli spiega: "Il problema del campo è solo di natura estetica e può essere risolto facilmente". Forse con una colorazione biologica. Lunedì, intanto, via ai lavori ai campini di allenamento.

-

Per il prato dello stadio Franchi spunta una nuova soluzione. “Il problema del campo è soltanto di natura estetica e può essere facilmente risolvibile. Le polemiche di questi giorni appaiono francamente eccessive: l’assessore allo sport Barbara Cavandoli, dopo il terzo sopralluogo allo stadio Franchi fatto stamani insieme ai tecnici comunali, chiarisce così la situazione dello terreno di gioco, dove mercoledì prossimo la Fiorentina disputerà la partita di ritorno del preliminare di Champions League.

“La realtà, che già conoscevamo e che stamani è stata ampiamente confermata – spiega l’assessore – è che la qualità del fondo è ottima e garantisce pienamente la sicurezza dei giocatori; come sempre il nostro si dimostrerà uno dei migliori campi d’Italia. Per quanto riguarda l’aspetto del manto erboso, comunque migliorato rispetto alla partita col Paris Saint Germain, purtroppo il caldo torrido persistente non ci ha aiutati; ma l’amministrazione comunale è pronta a trattare il campo con una apposita colorazione biologica, che già viene utilizzata con regolarità in altri stadi come Roma, Milano o Genova. Potremmo così risolvere anche il problema estetico in attesa che l’intervento dei giardinieri, rimandato per il caldo e già previsto per la sosta di campionato dal 13 al 23 settembre, dia i suoi frutti”.

Per quanto riguarda i campini di allenamento della squadra viola, l’assessore Cavandoli precisa che i lavori di ripristino cominceranno lunedì prossimo. “Contiamo di realizzarli nel più breve tempo possibile, condizioni meteo permettendo – spiega – Per fortuna le previsioni già annunciano per il fine settimana una riduzione delle temperature: questo permetterà l’intervento di rigenerazione con le operazioni di trasemina e livellamento. Nel frattempo, la Fiorentina potrà allenarsi al Franchi che, lo ripeto, presenta una qualità del fondo già molto buona”.

I tecnici comunali durante il sopralluogo di stamani hanno ribadito che la situazione del manto erboso, considerate le altissime temperature, è del tutto normale: “In questi ultimi venti anni – hanno spiegato – in altri campi di gioco italiani abbiamo visto situazioni ben peggiori, che si sono protratte anche per lunghi periodi. Comunque il nostro campo aveva già dimostrato la sua forte tenuta nella partita con il Paris Saint Germain, grazie all’ottimo sviluppo dell’apparato radicale”.

Ultime notizie

Nuovo Dpcm 18 ottobre, il testo integrale in Gazzetta ufficiale (pdf)

Presentato il nuovo decreto, il Dpcm 18 ottobre, ecco il testo integrale (pdf) del decreto e degli allegati pubblicati in Gazzetta ufficiale

Smart working, pubblica amministrazione e privati: fino a quando? Il dpcm

La legge rilancio, lo stato di emergenza e il nuovo dpcm del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e le regole per i dipendenti del settore privato

Quante persone al ristorante? Le regole del nuovo Dpcm anti Covid

Il nuovo Dpcm 18 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 6 persone: cosa cambia con le nuove regole

La Fiorentina non va oltre il pari con lo Spezia

Viola rimontati dopo il fulmineo doppio vantaggio