lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaFiorentina di nuovo al tappeto...

Fiorentina di nuovo al tappeto a Udine. Non basta una rete di Zarate

La Fiorentina, nella prima delle due sfide contro le squadre dalle maglie bianconere, torna a perdere ad Udine. Unica, magra, consolazione la contemporanea sconfitta dell’Inter che mantiene inalterate le distanze tra le due squadre

-

La Fiorentina, sempre più altalenante, sbatte contro un’Udinese organizzata e perde l’opportunità di superare l’Inter al quarto posto approfittando proprio della contemporanea sconfitta dei nerazzurri. Decisive le reti di Zapata e Thereau, nel mezzo il pari di Zarate. Paulo Sousa concede un turno di riposo a Borja Valero e manda in campo dal primo minuto Tello con Bernardeschi a supporto della prima punta Zarate. Parte titolare anche Kuba Blaszczykowski accanto a Badelj e Vecino. Astori cede il posto a Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Roncaglia e Alonso completano la linea difensiva. De Canio schiera Zapata e Thereau in attacco mentre Widmer e Adnan operano sulle corsie esterne. Giocano Badu con Kuzmanovic e Bruno Fernandes. Heurtaux, Danilo e Wague a protezione della porta di Karnezis.

 

Primo tempo

 

L’Udinese parte a tutto gas e dopo soli due minuti passa in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner battuto da Bruno Fernandes, Zapata sale in cielo e sovrasta Gonzalo Rodriguez: il colombiano stacca perfettamente di testa e trova l’angolino alto alla destra di Tatarusanu. La Fiorentina non reagisce ed al 10’ rischia ancora: Zapata prende velocità e salta un paio di avversari, prima di essere steso al limite da Tomovic, che viene ammonito dall’arbitro. La Fiorentina si riorganizza ed al 23’, complice anche un grave svarione difensivo bianconero, pareggia con Zarate che sfrutta il liscio di Heurtaux sul cross dalla destra e conclude all’altezza del secondo palo, Karnezis compie un mezzo miracolo, ma sulla respinta lo stesso attaccante argentino insacca il tap-in. Al 38’ Badu buca la difesa della Fiorentina e calcia di esterno destro, trovando però la traversa piena. A pochi minuti dall’intervallo Tello vede il corridoio per Bernardeschi, che temporeggia però troppo a due passi da Karnezis e viene rimontato da Heurtaux. In pieno recupero, sugli sviluppi di un corner Danilo colpisce di testa, la traiettoria viene deviata sotto porta da Thereau, che pesca nuovamente la traversa.

 

Secondo tempo

 

L’Udinese, così come aveva trovato il vantaggio ad inizio gara, raddoppia ad inizio ripresa. Al 52’ palla persa a metà campo da Bernardeschi: ne approfitta Badu, che lancia sulla destra Widmer. Lo svizzero mette in mezzo un bel pallone rasoterra per Thereau, che devia in porta di prima sotto la traversa. E’ il 2-1. La Fiorentina non c’è ed al 65’ Zapata ha sul destro l’occasione per chiudere il match: sul rinvio lungo della difesa il colombiano sfugge alla linea viola e si presenta tutto solo davanti a Tatarusanu, ma spreca il diagonale. Per i viola ci prova Ilicic che aveva rilevato Bernardeschi ma il risultato non cambia. Una sconfitta che non fa bene in vista della difficile gara di domenica contro la Juventus.

 

L’allenatore

 

Paulo Sousa già si proietta verso il match di domenica. “Quella contro la Juventus è una partita che è sentita tanto, vogliamo rendere orgogliosa e felice la città. Abbiamo giocato contro una squadra fisica e potente, un bel modo per prepararsi a domenica e ottenere un risultato che possa renderci felici. Ogni partita è diversa dalle altre. L’Udinese ci ha creato difficoltà sulle palle inattive – ha detto l’allenatore viola – perché più alta e fisica di noi, poi hanno lavorato sempre con giocatori veloci tra le linee. Nel primo tempo abbiamo creato opportunità importanti per segnare il 2-1, dopo c’è stata una seconda parte in cui non siamo riusciti a creare occasioni da rete contro una squadra che si è difesa con tanti giocatori”.

Ultime notizie