domenica, 25 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaFiorentina in finale di Conference...

Fiorentina in finale di Conference League

Vittoria sul Basilea per 3-1 ai tempi supplementari. Doppietta di Gonzalez. Gol nel finale di Barak. A Praga contro il West Ham

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Dopo 33 anni la Fiorentina giocherà di nuovo una finale europea. Lo farà il 7 giugno, a Praga, contro il West Ham. Questo grazie alla vittoria al 120’ contro il Basilea. La squadra viola è anche la prima italiana finalista in tutte e quattro le competizioni europee. I viola hanno giocato la finale di Coppa dei Campioni/Champions League, la finale di Coppa delle Coppe, tra l’altro vinta, la finale di Coppa Uefa/Europa League ed ora la Conference. Partita al cardiopalma a Basilea. Viola in vantaggio, rimontati da Amdouni e poi in trionfo al termine dei supplementari.

La partita

Fiorentina dominatrice nella semifinale di ritorno di Conference League. Padroni di casa che si limitano a difendere il 2-1 ottenuto nell’andata allo stadio Artemio Franchi e gli uomini di Vincenzo Italiano ad attaccare. Gli svizzeri sono pericolosi però in contropiede. Al 20’ il primo tiro è rossoblù con Ndoye ma il pallone esce. Al 25’ colpo di testa a lato di Castrovilli. Al 30’ Castrovilli sfiora il palo. Ci sono poi tre calci d’angolo consecutivi. Al 35’ sul cross di Biraghi, Gonzalez è lesto a prendere le misure su Calafiori, stacca in area e schiaccia in porta per l’1-0. Gara in perfetta parità. Al 41’ Bonaventura, di testa, impegna Hitz che si salva parando col braccio. Il secondo tempo si apre con la rete del Basilea che riporta avanti gli svizzeri. È il 55’ Amdouni attacca in profondità, salta Igor e fredda Terracciano in uscita. È l’1-1 parziale ed il 3-2 per il Basilea. Ancora tre corner di seguito e la Fiorentina segna il 2-1. Lo stesso risultato maturato a Firenze a colori invertiti. È il 72’ Dodò crossa in area, la deviazione di Adama sorprende Amdouni. La sfera rimane in area e Gonzalez segna la rete che riporta, di nuovo, tutto in parità.

- Pubblicità -

Si va ai supplementari. Il gioco si ferma per otto minuti per permettere ai sanitari di soccorrere un tifoso viola colto da malore. Viola però sempre in attacco. Proprio mentre tutti pensano ai calci di rigore è Barak a portare la squadra a Praga. Cross dalla destra, torre di Jovic, sinistro del giocatore della Repubblica Ceca ed apoteosi in campo. La Fiorentina vince 3-1 e conquista la seconda finale di una coppa in questa stagione. dopo la Coppa Italia i viola saranno protagonisti anche il 7 maggio, a Praga, contro il West Ham.

L’allenatore

Entusiasta Vincenzo Italiano. “Provo una gioia indescrivibile, è il giusto premio per questi ragazzi perché in questa competizione fin dall’inizio, dalla prima partita, abbiamo dato l’anima. Contro il Basilea ci siamo complicati la vita da soli all’andata ma già dalla riunione tecnica di oggi sapevo che la squadra avrebbe risposto presente sul campo. Erano tutti carichi e determinati per ribaltare il risultato. Queste due finali – aggiunge il tecnico viola – sono il giusto premio per il percorso che stiamo facendo, iniziato dal ritiro della scorsa stagione. Sono felice. Se avessi dovuto scegliere tra le due finali avrei detto Praga invece che Roma, ci tenevo troppo. Adesso però dobbiamo prepararci bene per queste partite, affrontiamo due squadre più brave di noi ma possiamo dare noia a tutti e rendere la vita complicata ai nostri avversari”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -