martedì, 1 Dicembre 2020
Home Sezioni Fiorentina Fiorentina ko a Napoli

Fiorentina ko a Napoli

Fiorentina sconfitta a Napoli

-

Due vere ingenuità difensive nella ripresa e la Fiorentina che aveva retto molto bene il campo, andando anche in rete con Mutu, al 40′ del primo tempo dopo un assist di tacco di Gilardino, cade al San Paolo. Mentre i viola hanno dimostrato, comunque, di essere più squadra, il Napoli si è affidato alle belle azioni in velocità del solito Lavezzi. Un po’ in ombra per tutta la prima parte della gara il temuto Hamsik che si è rifatto subito all’inizio del secondo tempo quando Lavezzi dalla destra, ha messo in mezzo una palla che passa tra le gambe della difesa fiorentina e che Hamsik appoggia a porta sguarnita. Un pareggio che demoralizza i viola. Lavezzi gioca bene e mette sovente in difficoltà i gigliati.

Al 69′ la svolta: Vitale mette al centro, palla deviata di testa da Dainelli che in pratica fa un assist a Maggio che è appostato sul secondo palo. E’ il gol del 2-1 che, in pratica chiude una gara che i viola avrebbero meritato di pareggiare ma che gli azzurri di Reja hanno vinto senza demeritare. 

Sulla sconfitta Cesare Prandelli ai microfoni di Sky: ”Sembrava una partita in discesa, poi abbiamo commesso due ingenuità sulle fasce che ci hanno punito. Purtroppo il calcio è così; dovevamo chiudere la partita nella prima frazione di gioco. Nel primo tempo la partita era sotto controllo. L’equilibrio tra i reparti era ottimo, ma quando sei in svantaggio gli equilibri saltano e conta l’approccio psicologico. La partita è stata affrontata nella maniera giusta, peccato per il calo nel secondo tempo. Lavezzi è un giocatore rapido, difficile da fermare, in tal senso la scelta del secondo centrale accanto a Dainelli è caduta su Da Costa. Dobbiamo lavorare sotto l’aspetto della personalità, non individuale, ma di squadra. C’è da crescere molto in tal senso per evitare gol ingenui come il secondo del Napoli.

Il primo tempo di oggi deve essere il punto di partenza di questa squadra, nonostante la sconfitta non bisogna buttar via tutto. Gamberini è un giocatore della Nazionale italiana, è logico che manchi alla squadra, ma in questo momento ci tengo a sottolineare l’ottima prova odierna di Da Costa, un giocatore che ultimamente è migliorato moltissimo, anche negli atteggiamenti”.

Notizia precedenteRiscatto Florentia
Notizia successivaSuccesso per Liberi di pedalare

Ultime notizie

I numeri della pandemia: intervista a Fabrizia Mealli

La statistica è la scienza che più di ogni altra poteva aiutare a contenere e prevenire il contagio. Nel diluvio di dati degli ultimi mesi, secondo la professoressa Fabrizia Mealli, c’è però un grosso problema: “Tanti numeri, ma di qualità bassissima. La terza ondata sta arrivando e non abbiamo ancora imparato nulla”

Covid Toscana 1° dicembre, contagi ancora in calo. Ma meno tamponi

I dati dal bollettino della Regione: il coronavirus sembra frenare in Toscana. In diminuzione nuovi contagiati, ricoverati e persone in terapia intensiva

Spostamenti tra comuni con il nuovo Dpcm: novità dopo il 3 dicembre

In via di definizione le regole per gli spostamenti sotto le feste natalizie. Sul tavolo varie ipotesi anche per la circolazione tra comuni vicini in zona arancione e rossa

Saldi 2021: in Toscana inizio il 30 gennaio, promozioni consentite già da Capodanno

L'inizio ufficiale dei saldi 2021 in Toscana è fissato per il 30 gennaio, ma sarà permessa maggiore flessibilità sulle promozioni già dal 1°