lunedì, 21 Settembre 2020
Home Sezioni Fiorentina Fiorentina ko a Napoli

Fiorentina ko a Napoli

Fiorentina sconfitta a Napoli

-

Due vere ingenuità difensive nella ripresa e la Fiorentina che aveva retto molto bene il campo, andando anche in rete con Mutu, al 40′ del primo tempo dopo un assist di tacco di Gilardino, cade al San Paolo. Mentre i viola hanno dimostrato, comunque, di essere più squadra, il Napoli si è affidato alle belle azioni in velocità del solito Lavezzi. Un po’ in ombra per tutta la prima parte della gara il temuto Hamsik che si è rifatto subito all’inizio del secondo tempo quando Lavezzi dalla destra, ha messo in mezzo una palla che passa tra le gambe della difesa fiorentina e che Hamsik appoggia a porta sguarnita. Un pareggio che demoralizza i viola. Lavezzi gioca bene e mette sovente in difficoltà i gigliati.

Al 69′ la svolta: Vitale mette al centro, palla deviata di testa da Dainelli che in pratica fa un assist a Maggio che è appostato sul secondo palo. E’ il gol del 2-1 che, in pratica chiude una gara che i viola avrebbero meritato di pareggiare ma che gli azzurri di Reja hanno vinto senza demeritare. 

Sulla sconfitta Cesare Prandelli ai microfoni di Sky: ”Sembrava una partita in discesa, poi abbiamo commesso due ingenuità sulle fasce che ci hanno punito. Purtroppo il calcio è così; dovevamo chiudere la partita nella prima frazione di gioco. Nel primo tempo la partita era sotto controllo. L’equilibrio tra i reparti era ottimo, ma quando sei in svantaggio gli equilibri saltano e conta l’approccio psicologico. La partita è stata affrontata nella maniera giusta, peccato per il calo nel secondo tempo. Lavezzi è un giocatore rapido, difficile da fermare, in tal senso la scelta del secondo centrale accanto a Dainelli è caduta su Da Costa. Dobbiamo lavorare sotto l’aspetto della personalità, non individuale, ma di squadra. C’è da crescere molto in tal senso per evitare gol ingenui come il secondo del Napoli.

Il primo tempo di oggi deve essere il punto di partenza di questa squadra, nonostante la sconfitta non bisogna buttar via tutto. Gamberini è un giocatore della Nazionale italiana, è logico che manchi alla squadra, ma in questo momento ci tengo a sottolineare l’ottima prova odierna di Da Costa, un giocatore che ultimamente è migliorato moltissimo, anche negli atteggiamenti”.

Notizia precedenteRiscatto Florentia
Notizia successivaSuccesso per Liberi di pedalare

Ultime notizie

Giani e i risultati delle regionali: “Ha vinto la Toscana”

Un discorso con al centro la Toscana: Giani sceglie di parlare soprattutto della sua regione, con pochi riferimenti alla politica nazionale. "Sarò sindaco tra i sindaci", dice il candidato del centrosinistra

Referendum 2020: affluenza alle urne ore 15, percentuale definitiva votanti

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari. Dove si è votato di più e dove di meno

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza definitiva al 62,61%

I dati definitivi sull'affluenza alle urne per le elezioni regionali 2020 della Toscana. In corso lo spoglio

Exit poll, regionali Toscana: Eugenio Giani in vantaggio

Grande attesa per i primi sondaggi sulle tendenze di voto: chi tra i 7 candidati diventerà presidente dalla Regione?