La Fiorentina chiude l’annata con una bella ma altrettanto importante vittoria. Vince anche il Torino che, grazie alla rete di un Bianchi ritrovato, permette ai viola di entrare tra le prime quattro in classifica. Prandelli, ritrova a centrocampo Felipe Melo dopo il turno di squalifica scontato col Catania. In difesa c’è ancora Kroldrup al posto dell’infortunato Dainelli. Walter Mazzarri si affida alle giocate di Cassano per cercare di mettere in difficoltà la difesa gigliata. Campo in pessime condizioni. Partita giocata ad altissimi ritmi. Tante le occasioni da goal.

Partono bene i viola. All’8′ Santana arriva sul fondo e crossa per la testa di Gilardino; l’attaccante gira di poco fuori. Al 14′ punizione dai 20 metri. Mutu tocca per il sinistro di Vargas, la sfera viene deviata in corner. Al 18′ arriva il goal di Montolivo. Comotto ruba palla a centrocampo e serve Kuzmanovic; il serbo passa a Montolivo che di precisione batte Castellazzi. Per il centrocampista di Caravaggio è la terza rete in campiontato dopo la doppietta rifilata all’Udinese. La Samp reagisce subito con Stankevicius; conclusione alta del lituano doriano. La difesa viola soffre le incursioni sulla destra di Stankevicius. È sempre lui a servire al 25′ Bellucci; l’attaccante colpisce male la sfera che termina fuori. Ancora viola pericolosi. Kroldrup lancia lungo per Mutu; il Fenomeno da posizione invitante spreca tirando in curva. Al 28′ Vargas serve dalla trequarti la testa di Santana, la sfera termina fuori. Al 29′ Frey salva miracolosamente la porta gigliata respingendo il colpo di testa ravvicinato di Delvecchio. L’azione prosegue con il contropiede di Gilardino che sbaglia la rete del possibile 2 a 0. Al 34′ ci prova per la Sampdoria Delvecchio; conclusione troppo schiacciata e pallone sul fondo. Altro capovolgimento di fronte. Mutu serve Gilardino che ancora di testa sfiora il goal. Al 36′ Cassano trova il palo a Frey già battuto. Finisce così la prima frazione di gara.

Nella ripresa la Fiorentina parte subito bene con Mutu: tiro-cross del romeno e respinta di Castellazzi. Al 52′ Mutu si accentra e scarica sul palo. Al 59′ Kuzmanovic tira di sinistro; Castellazzi devia in corner. Al 75” Prandelli toglie uno zoppicante Santana per Donadel, passando così al 4-4-2. Passa un minuto e Delvecchio protesta vivacemente per un tocco di mano in area di Kroldrup. La Fiorentina soffre il gioco doriano e si rende pericolosa in contropiede con Mutu e Gilardino. Mazzarri manda in campo Fornaroli, Prandelli inserisce Semioli e Jovetic per Kuzmanovic e Mutu. Al 40′ è proprio il neo entrato Fornaroli ad andare vicino al pareggio a due passi da Frey. Sul finire Jovetic dopo una bellissima azione sfiora la rete. Finisce così, con una vittoria che a Marassi mancava dal lontano 1989.