Rete, dunque, di Totti, lasciato incomprensibilmente solo all’altezza del dischetto del rigore. Un bolide che Frey non è riuscito a trattenere e tre punti per la Roma.

Quanto durerà ancora questo “Mal di trasferta?” Se lo chiedono i tifosi viola ormai sconsolati nel vedere una bella squadra al Franchi ed una realtà completamente diversa in trasferta.

Partita molto bella e ben giocata da entrambe le squadre. Al 21′ forse la prima azione importante viola con Gilardino che, lanciato a rete, non controlla bene la palla e spreca. Sugli sviluppi azione avvolgente della Fiorentina che però non riesce a trovare sbocchi nel cuore dell’area di rigore romanista. La risposta della squadra di Spalletti arriva dopo 4 minuti quando De Rossi s’inventa un gran tiro da fuori area che termina di poco fuori alla sinistra di Frey.

All’inizio della ripresa bella occasione viola con Vargas che non riesce a concludere a rete nonostante una vistosa incertezza nella difesa romanista. Al 55′ la prova generale del gol della Roma. Vucinic imbastisce un’ottima azione sulla destra e passa a Baptista che scarica un destro violentissimo che Frey devia in angolo. Dopo il gol di Totti la Fiorentina stenta a ricomporsi  e recrimina, giustamente, su un’azione dubbia, al 66′. Un fallo da dietro di Juan su Gilardino che Tagliavento lascia correre. E c’è ancora una seconda azione dubbia per un intervento di Cassetti su Mutu.

Prandelli a fine gara ai microfoni Rai mostra, comunque, soddisfazione:”E’ stato un bel match giocato dalle due squadre, noi torniamo a Firenze molto più ottimisti rispetto alle trasferte delle scorse settimane. Adesso non sono preoccupato, prima un po’ sì. Adesso vogliamo arrivare terzi, dovremo spendere ancora tanto. Oggi ho visto tutti i ragazzi in palla e sono contento della prestazione. Fra Santana e Jovetic scelgo il primo perché il ragazzo è più una punta e venire a Roma a giocare con tre punte non è possibile”.