Parla Marco Donadel:
“Siamo concentrati per la sfida Uefa di giovedì ad Eindhoven: daremo tutto, con il cuore e con la testa. Dal punto di vista tattico dovremo pensare soprattutto ad essere aggressivi e a non lasciare loro il tempo di ragionare con il pallone tra i piedi.
Sono una squadra che non è abituata ad essere attaccata, nel loro campionato la caratura tecnica tra le squadre fa sì che per loro la consuetudine sia giocare con il possesso e su ritmi blandi.
Poi dovremo cercare di essere tutti ben concentrati e carichi, ma questo non è un problema.
I quarti di finale di Coppa Uefa sono quel tipo di partite che si preparano da sole, gli stimoli non mancheranno, ma noi siamo consapevoli di aver già fatto bene e anche qualcosa di più ad arrivare fino a lì. Certo vorremmo fare l’impresa per noi e per il pubblico.”

Parola ad Alessandro Gamberini:
“Sto abbastanza bene. Ho recuperato la condizione e la gamba sta rispondendo bene agli allenamenti senza sentire dolori, solo qualche fastidio.
In Olanda servirà una Fiorentina al massimo. Una squadra che si sta abituando a giocare gare decisive ogni tre-quattro giorni.
Sappiamo che ci giochiamo un obiettivo importante in questa stagione. Sapremo di dover incontrare grandi difficoltà, ma il risultato dell’andata lascia aperto ogni discorso.
Per tutti noi è un’occasione importante. La mossa vincente? Solo metterci tutto.
In questi giorni cercheremo di lavorare anche dal punto di vista tattico. Magari proveremo a superare i loro due centrali con le palle alte. L’importante è non prendere goal subito e cercare di stare in partita per tutti e novanta i minuti.
Afellay all’andata è stato forse il più bravo ma la loro forza è quella di cercare di giocare sempre la palla, e cercano di farti spendere energie con il cambio di gioco molto costante.”

Le idee profuse da Mister Prandelli sono chiare e gli stimoli non mancano.
Intanto si sa che a Eindhoven sarà il signor Medina Cantalejo a dirigere la gara in programma alle 20:45 al Philips Arena di Eindhoven. Assistenti di linea saranno i signori Victoriano Giráldez Carrasco e Victoriano Díaz Casado.