venerdì, 21 Gennaio 2022
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina affonda a Torino

La Fiorentina affonda a Torino

Prestazione deludente dei viola che crollano 4-0. Poco tempo per riflettere, incombe la Coppa Italia

-

Dominio assoluto del Torino che, seppur rimaneggiato (in porta ha giocato Luca Gemello, ventuno anni), infligge una dura lezione alla Fiorentina che perde (4-0) al termine di una partita giocata sempre sottotono e con numerosi errori in difesa. Di Singo, Brekalo (doppietta) e Sanabria le reti granata. I viola non sono mai riusciti a rendersi pericolosi mettendo in campo la peggior prestazione stagionale e giovedì (alle 18) c’è la partita di Coppa Italia a Napoli.

Primo Tempo

Avvio che appare equilibrato fino al 19’ quando Vojvoda serve Singo che si beve la difesa viola e segna la prima rete. Fiorentina che cerca di riprendersi ma al 23’ Lukic sfonda centralmente fino ad arrivare davanti a Terracciano ma non tira e serve un rigore in movimento per Brekalo per il 2-0. Al 27’ una gran botta di Vlahovic che il portiere granata para. Al 31’ Callejon sbaglia il retropassaggio per Terracciano, Brekalo se ne accorge e si invola e realizza la sua personale doppietta e firma il 3-0 per i padroni di casa. Si va al riposo col risultato già compromesso.

Secondo Tempo di Torino – Fiorentina

In avvio di ripresa Vincenzo Italiano inserisce Igor per Quarta e Saponara per Callejon. Passano pochi minuti e ci prova Saponara ma Gemello è attento nella presa bassa. Al 58’ Mandragora serve Sanabria che segna la quarta rete. Il Torino si limita poi a controllare, la Fiorentina non riesce ad essere pericolosa. Al 71’ da segnalare solo l’iniziativa di Gonzalez che di testa cerca di sorprendere Gemello che para. Nel finale Italiano ricorre anche al suo ultimo acquisto, Ikonè ma niente cambia. La Fiorentina esce sconfitta al termine di una brutta gara.

L’allenatore

Rammaricato, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Non avevamo mai fatto vedere qualcosa del genere, non me lo spiego, pensavo che avessimo capito come approcciare la gara. Nell’arco di un campionato queste cose fanno tornare con i piedi per terra, menomale tra pochi giorni si riparte e spero di non rivedere certe cose. È stata una partita che io, personalmente – commenta ancora il tecnico – non mi aspettavo da parte dei ragazzi, nei giorni scorsi ci siamo comportati bene. Adesso rimbocchiamoci le maniche, non è possibile affrontare in Serie A le partite in questo modo. Partire bene era il nostro obiettivo, ci vuole un altro atteggiamento”.

Ultime notizie