Vittoria di misura mostrando un gioco non scintillante ma per la Fiorentina era importante passare il turno in Europa League. Il successo, contro il Belenenses, è arrivato grazie ad una rete di Babacar, che, come Marcos Alonso, colpisce anche una traversa. La grande novità proposta da Paulo Sousa è la coppia d’attacco composta Babacar e Giuseppe Rossi. Sugli esterni Gilberto e Pasqual, Badelj  in mediana accanto a Verdu e Borja Valero. In difesa Tomovic, Astori e Alonso. Tra i pali Sepe al posto di Tatarusanu. Suarez ancora in panchina. Sa Pinto schiera Sturgeon unica punta con il supporto degli esterni Leal e Sousa. A centrocampo Afonso, Pinto e Martins, retroguardia a quattro con Ferreira, Silva, Dias e Amorim. Ventura tra i pali.

 

Primo tempo

 

Gara avara di emozioni. Il Belenenses parte baldanzoso ma è poi la Fiorentina a prendere in mano le redini della partita ed a imporre i propri ritmi di gioco. Al 25’ gran tiro dalla distanza di Marcos Alonso che Ventura devia in corner. Passa un minuto e Babacar riceve un’interessante palla da calcio d’angolo ma il senegalese impatta di testa all’altezza del primo palo, traversa piena. Al 38’ azione tutta di prima di Giuseppe Rossi che scambia con Verdù e apre su Pasqual, cross basso ma la palla finisce fuori. Al 42’ è sempre Pepito a costruirsi lo spazio per colpire dal limite dell’area ma la sua conclusione finisce di un soffio sopra la traversa. Si va al riposo a reti bianche.

 

Secondo tempo

 

La ripresa si apre subito con Rossi ancora protagonista. L’attaccante riceve da Babacar e calcia, Verdù è sulla traiettoria e respinge la conclusione. Al 48’ l’occasione più ghiotta dei portoghesi la crea Astori. Il difensore sbaglia completamente un cross di Sturgeon da sinistra, Sepe compie un miracolo schizzando con un bel colpo di reni, poi Andre Sousa spreca clamorosamente a porta sguarnita.  Al 54’ sugli sviluppi di un corner Alonso impatta il legno colpendo di testa all’altezza del primo palo. Al 67’ Babacar viene imbeccato da Verdù, rientra sul destro e con un diagonale non lascia scampo a Ventura. All’85’ Tiago Ciero, entrato da poco al posto di Sturgeon impatta di testa a centro area ma Sepe para. Ci prova di nuovo Babacar al 91’ prima del fischio finale.

 

L’allenatore

 

Paulo Sousa ha commenta la vittoria sul Belenenses ma ha anche parlato della gara di domenica a Torino contro la Juventus. “Calcoli non ne faccio, cerco di puntare su tutti, anche nelle partite più importanti come quella di stasera. Noi tutti viviamo di emozioni, e partite come quelle della Juve sono sempre emozionanti”. Sul sorteggio di lunedì Sousa si sbilancia. “E’ sempre bello incontrare grandi squadre come può essere il Manchester United, ma competizioni come questa vanno a momenti, possono essere migliori o peggiori, sono partite diverse e per questo sono soddisfatto  per il passaggio del girone, ora vediamo chi troviamo al sorteggio. Mi affascina l’ambiente inglese. Vogliamo competere con tutti e saremo competitivi”.