domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina non riparte e...

La Fiorentina non riparte e perde a Bergamo

Contro l’Atalanta i viola cercavano il primo successo in trasferta ed invece una rete di Lookman ha deciso una partita che non ha praticamente mai riservato emozioni

-

- Pubblicità -

Ancora una sconfitta per la squadra di Vincenzo Italiano mentre sorride Gian Piero Gasperini che con questi tre punti mantiene la testa della classifica, al pari del Napoli. Non si sblocca la Fiorentina che dopo il successo ottenuto, prima della sosta per la Nazionale, contro il Verona, è tornata a mostrare i problemi emersi nel corso di questo inizio stagione: difficoltà ad andare a rete e qualche superficialità di troppo in difesa.

La partita

Primo tempo con scarse occasioni da rete. Italiano sceglie ancora Kouamé al centro dell’attacco con Saponara ed Ikonè ai lati mentre in difesa, assente ancora Milenkovic giocano Igor e Quarta con Venuti e Biraghi terzini. Gasperini si affida all’ex di turno Muriel. Unico brivido al 40’ quando Kouamé, per recuperare un pallone, entra a gamba tesa su De Roon. L’attaccante viola sfiora l’olandese in volto: l’arbitro Irrati prima estrae il cartellino rosso, poi va a riguardare l’azione al VAR, dopo aver notato l’assenza di contatto, corregge la decisione e ritira il cartellino. Precedentemente l’Atalanta aveva protestato per un tocco di mano di Martinez Quarta in area su un controllo di Lookman: per Irrati non era calcio di rigore perché si trattava di movimento naturale in caduta dopo il salto. Al 52’ azione frenetica a centrocampo conclusa con tre palle perse in meno di dieci secondi: due dai nerazzurri, una dai viola. A dimostrazione della bassa cifra tecnica offerata dalle due squadre. Al 59’ Luis Muriel riesce ad andare via sulla linea di fondo e serve un pallone tagliato in area dove c’è Ademola Lookman che da due passi insacca per l’1-0 sorprendendo sia Igor che Biraghi che rimangono fermi. Per la Fiorentina ritorno alla sconfitta. Nelle ultime cinque giornate tre sconfitte, un pari ed una sola vittoria. Ed in classifica i viola stanno perdendo terreno.

L’allenatore

- Pubblicità -

Vincenzo Italiano commenta la sconfitta contro l’Atalanta. “Già nel primo tempo eravamo stati messi in difficoltà come in occasione del gol, ma oggi è troppo uscire sconfitti perché abbiamo avuto tante occasioni da gol. Ripartiamo, è stata una prestazione vera e dobbiamo continuare e non perdere fiducia, creare così tanto a Bergamo non è facile. Ci manca il guizzo e la qualità negli ultimi metri, ma il collettivo – spiega l’allenatore viola – crea presupposti per fare gol, purtroppo ci manca la qualità per segnare in questo momento, dobbiamo trovare quell’aspetto mentale per farci fare il salto. Oggi c’erano tutti gli attaccanti in campo negli ultimi minuti e abbiamo cercato di pareggiarla, ma sono fiducioso perché ho visto la squadra diversa dalle ultime uscite. Abbiamo portato Barak, Saponara, Ikoné, Bonaventura in avanti, ci abbiamo provato in tutti i modi, abbiamo calciato e creato, la costante è la mancanza del gol che non ci permette di portare a casa risultati positivi. Mi aspetto punti, risultati, quello che vogliamo fare ovunque senza speculare ed essere attendisti. Questa mentalità l’abbiamo dimostrata anche oggi, ora servono punti sia in campionato che in Conference”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -