domenica, 24 Ottobre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina rimonta ma l’Atalanta...

La Fiorentina rimonta ma l’Atalanta vince di rigore. Le foto della partita

I viola regalano un tempo ai bergamaschi poi la doppietta di Vlahovic, la partita si chiude sul 2 a 3. In tribuna Rocco Commisso

-

Una partita che l’Atalanta avrebbe potuto vincere con una goleada per le tante occasioni da rete create ma parate da un superlativo Dragowski. Alla doppietta di Zapata nel primo tempo replica la doppietta di Vlahovic nella ripresa poi, un rigore, realizzato da Ilicic, per un fallo di mano di Quarta, riporta gli orobici e regala i tre punti all’Atalanta. Iachini sceglie Kouame in attacco per sostituire lo squalificato Ribery. Amrabat in mezzo e Martinez Quarta in difesa. Nell’Atalanta Gasperini si affida al tandem d’attacco Zapata-Muriel con Malinovskyi trequartista In tribuna il presidente Rocco Commisso che ha promesso di rimanere a Firenze fino a quando la Fiorentina non sarà matematicamente salva.

Primo Tempo

L’Atalanta parte bene e dopo 12 minuti è in vantaggio. C’è un angolo dalla destra battuto da Malinovskvyi ed il traversone viene messo in rete da Zapata che salta più in alto di tutti battendo Dragowski. Al 19’ Zapata ci prova ancora ma è bravo il portiere viola a ribattere.  Al 29’ Dragowski si salva di piede ancora su Zapata. Il colombiano però non sbaglia al 40’. Scatta sul filo del fuorigioco e raddoppia per i nerazzurri. È il 2-0 col quale si va al riposo.

Secondo Tempo

La Fiorentina con calma e perseveranza inizia a giocare con maggior scaltrezza e con intelligenza capisce che è Vlahovic l’unico che può riaprire la gara. Al 56’ Biraghi serve Caceres che fa da sponda all’attaccante serbo che non sbaglia e segna l’1-2. L’Atalanta risponde al 60’ con Toloi ma è ancora Dragowski a salvare la porta viola. Al 66’ Kouame supera Djimsiti, serve Vlahovic che non sbaglia il gol del pareggio che dura pochissimo. Dopo tre minuti Martinez Quarta colpisce il pallone con la mano. Per l’arbitro Sacchi non ci sono dubbi: è rigore che Ilicic non sbaglia. Al 77’ e all’85’ altre due occasioni per l’Atalanta che Zapata non concretizza. Alla fine il vantaggio su penalty risulta definitivo e lascia la Fiorentina con l’amaro in bocca.

L’allenatore

Beppe Iachini è fiducioso a fine gara. “Non siamo partiti come volevamo, anche se la partita era equilibrata fino al primo gol loro. Non siamo stati fortunati negli episodi. Nonostante lo 0-2 siamo rientrati in campo con lo spirito giusto. Sul 2-2 c’era la sensazione di poterla andare a vincere, poi è arrivato l’episodio del rigore. Vlahovic sta crescendo tanto, confidiamo tanto in lui come del resto in tutti gli attaccanti che abbiamo. La prestazione – aggiunge l’allenatore viola – è stata in crescendo, non ci siamo abbattuti, questo deve essere lo spirito da mettere. Dobbiamo ritrovare solidità e organizzazione che ci hanno dato compattezza e equilibrio, stiamo lavorando su questo, sarà un tema dove continuare a battere per avere una crescita”.

Ultime notizie