La Fiorentina batte il Guingamp e finalmente vince la prima gara ufficiale stagionale. Non che sia stato tutto facile. C’è voluta un’invenzione di Vargas per sbloccare il risultato alla mezz’ora del primo tempo. Poi, grazie all’espulsione di Diallo (per doppia ammonizione), i viola si fanno più baldanzosi nella ripresa e arrotondano la vittoria con Cuadrado e Bernardeschi. Ancora una partita da dimenticare per Mario Gomez, abulico e spesso estraneo al gioco dei ragazzi di Montella.

PRIMO TEMPO

Fiorentina senza Aquilani. E’ Kurtic a dar manforte a Pizarro e Borja Valero a centrocampo. In porta Tatarasanu che non fa rimpiangere Neto. Anzi, salva il risultato nella ripresa parando un tiro insidioso di Kerbrat quando i viola erano ancora sull’1-0. Ottima la prestazione dell’estremo difensore viola al debutto da titolare. Il Guingamp parte bene e, nei primi 5 minuti, colleziona due angoli. Al 15’ i francesi ci provano con Beauvue ma Tatarasanu para agevolmente. Al 22’ Cuadrado prova il pallonetto ma il portiere Samassa para. Al 34’ Vargas porta in vantaggio i viola con un bel colpo di testa su ottimo cross di Kurtic. Al 40’ secondo giallo per il francese Diallo che già aveva fatto fallo su Vargas e poi si ripete su Pizarro. Il francese lascia i propri compagni in 10. La Fiorentina va al riposo avanti 1-0.

SECONDO TEMPO

Fiorentina più intraprendente. Entra subito Badelj al posto di Borja Valero che aveva ricevuto un brutto colpo al polpaccio. Montella gli risparmia la ripresa per precauzione. I viola rischiano al 65’ su un tiro di Beauvue, con Tatarusunu che si supera, ma subito dopo chiudono la partita con Cuadrado. Il colombiano, al 67’ viene imbeccato in area da Pizarro e non si lascia sfuggire la ghiotta occasione. E’ il 2-0 per la Fiorentina. Nel finale di gara arriva anche il gol del giovane Bernardeschi con un diagonale da fuori area all’87’. Intanto Gomez cerca in tutti i modi la via del gol senza però trovarla. Finisce 3-0 per i padroni di casa. Nell’altra partita il Paok Salonicco ha battuto la Dinamo Minsk 6-1.

L’ALLENATORE

Felice Vincenzo Montella. “Avevamo previsto che loro potevano andare in difficoltà con i cross, ed è per questo che abbiamo provato spesso questa soluzione, è arrivato il gol di Vargas, e abbiamo fatto bene. Mi è piaciuto lo spirito – aggiunge Montella – ed il fatto che si è cercato la vittoria col gioco, ma dobbiamo ancora migliorare, anche perché c’erano tanti giocatori nuovi in campo. Abbiamo gestito e interpretato al meglio questa partita”.