domenica, 24 Gennaio 2021
Home Sezioni Fiorentina Masitto chi ?!?

Masitto chi ?!?

-

Era il 9 settembre del 2002 quando sul campo neutro di Arezzo con 12.000 tifosi (quasi tutti viola) sugli spalti si disputò Sangiovannese – Florentia Viola. Il risultato finale fu un soffertissimo 1 – 1 con pareggio viola raggiunto in extremis, al 50′ del secondo tempo grazie a Cristiano Masitto.

E’ lui il nostro uomo, quello che ha segnato il primo gol nella storia della rinata Fiorentina.

Per un amaro amarcord quella sera di settembre la Fiorentina, pardon Florentia Viola, scese in campo, agli ordini dell’arbitro Liberati di Genova con questo 3 – 4 – 3 voluto da Mister Pietro Vierchowood.
Ivan, Guzzo, Ripa, Radi (dal 1′ s.t. Mugnaini), Di Livio, Longo (dal 15′ s.t. Hutwelcker), Nicodemo, Bonomi, Turchetta (dal 29′ p.t. Quagliarella), Evacuo, Masitto.

Da lì in poi, il buon Masitto con quella faccia un po’ da ferroviere, scenderà in campo altre 4 volte sole con la maglia gigliata e non segnerà più.
Non giocò più per un infortunio, ma anche perchè l’allenatore Cavasin che sostituì ben presto in panchina Vierchowood, proprio non lo vedeva. Di lui si sono perse le tracce…

Eppure aveva alle spalle una dignitosissima carriera di categoria. Aveva militato in serie B nel Cesena, nel Ravenna e nel Vicenza; in serie C1 nello Spezia, Carpi, Cesena, Savoia, Como, Carrarese e Lucchese e in C2 nell’ Alessandria, e Tivoli. Il suo top score di marcature si registra a Carpi dove, nella stagione 1996/97 in C1 segnò 13 gol in 29 partite disputate.
Un uomo adatto ed esperto per gli infami campetti spelacchiati della C2, ma dopo quel promettente avvio lasciò, nell’indifferenza totale, Firenze per accasarsi a Rovigo dopo essere stato conteso anche da Arezzo, Carrarese e Siracusa.

Ecco cosa ha fatto Masitto da quella sera di settembre del 2002 in poi.
Due anni a Rovigo in serie D poi ancora in giro per il Veneto fra Jesolo e Bassano (in C2) per poi approdare, ed è storia recente dall’altra parte del litorale italico a Lavagna due passi da Genova per giocare e segnare nella Lavagnanese nel girone A della serie D.
Fin’ora, nell’attuale campionato 8 gol all’attivo per lui in 28 giornate. Una curiosità: suo partner d’attacco a Lavagna fino al mercato di gennaio, era lo stesso dei tempi della Florentia Viola: Felice Evacuo.
Per chiudere un po’ di gossip, si narra che oltre a calciatore oggi, Masitto Cristiano da Milano, sia un apprezzato musicista.

La carriera
Lavagnanese 2007-2008 – partite 28 – gol 8
Bassano 2005-2006 – partite 9 – gol 1
Jesolo 2005-2006 – partite 0 – gol 0
Rovigo – 2004-2005 – partite 29 – gol 12
Rovigo – 2003-2004 – partite 20 – gol 11
Florentia Viola – 2002-2003 – partite 5 – gol 1
Lucchese – 2001-2002 – partite 16 – gol 0
Carrarese – 2000-2001 – partite 30 – gol 10
Como – 1999-2000 – partite 16 – gol 1
Alessandria – 1999-2000 – partite 2 – gol 1
Cesena – 1998-1999 – partite 12 – gol 0
Savoia – 1998-1999 – partite 15 – gol 3
Ravenna – 1997-1998 – partite 8 – gol 0
Cesena – 1997-1998 – partite 21 – gol 6
Carpi – 1996-1997 – partite 29 – gol 13
Carpi – 1995-1996 – partite 29 – gol 8
Spezia – 1994-1995 – partite 8 – gol 3
Vicenza – 1994-1995 – partite 7 – gol 0
Sarzanese – 1993-1994 – partite 30 – gol 10

Ultime notizie

Risorge la Fiorentina, battuto il Crotone

I viola chiudono il girone di andata con 21 punti, come la scorsa stagione

Toscana, zona gialla fino a quando. Fascia bianca ancora lontana

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla e non passerà in arancione: le regole. Intanto la regione "sogna" la zona bianca

Che colore siamo oggi: zona e colori per le regioni d’Italia (22 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Che zona è sabato e domenica: gialla, arancione o rossa

La mappa colorata d'Italia per il fine settimana: che zona è nelle diverse regioni sabato 23 e domenica 24 gennaio e cosa si può fare