Queste le dichiarazioni di Felipe Melo: “il peggio è passato? Sicuro. Abbiamo giocato una buona partita. Era tanto che la squadra non vinceva a Bologna. Con la Lazio sarà più difficile. Voglia di rivincita? All’andata abbiamo giocato una brutta partita. Domenica vogliamo vincere perché c’è la voglia di andare in Champions. Giocare dietro le due punte? Sono contento di giocare nel ruolo assegnatomi dal mister. Jovetic e Semioli sono pronti a giocare in quel ruolo e possono fare la differenza. La Nazionale? Sono contento e ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto. Per me è un sogno. Sono troppo felice. È una partita speciale perché gioco con l’Italia. Amauri? È molto forte. Potrebbe giocare in qualsiasi Nazionale. Non ci ho capito un gran che, lui deve fare solo il suo lavoro. Infastidito dal caso Amauri? Tutti in Brasile vorrebbero che Dunga lo chiamasse. A chi dedico la mia convocazione? Alla mia famiglia che mi è stata sempre vicina. Se sto vivendo il momento più felice? No, il momento più felice sarà quando vincerò la coppa del mondo.

Se posso ancora migliorare? Il calciatore può sempre migliorarsi. Lavora per questo. La Nazionale e gli allenameti mi permetteranno di crescere. Si può fare di più. Qualche cartellino giallo in meno? Se un giocatore mi fa la finta io devo cercare di fermarlo in qualche modo… Mutu giocatore importante? Ci aiuta molto. Anche in fase difensiva. Spero possa ripere la prestazione di lunedì con la Lazio. Lazio? E’ squadra forte, molto veloce, con calciatori forti fisicamente”.