La Fiorentina saluta, almeno in campionato, il Franchi per questo 2008. Lo fa con una splendida vittoria. In campo l’ex di turno, Juan Manuel Vargas, preferito a Pasqual dopo l’ottima prestazione di Bucarest con la Steaua. Prandelli è costretto a fare a meno dello squalificato Felipe Melo, al suo posto spazio a Donadel. Zenga, senza Mascara, si affida là davanti alla coppia Martinez-Plasmati.

Partono bene i viola. Al 4′ Gilardino non approfitta del pasticcio difensivo catanese e viene fermato in extremis da Bizzarri. All’8′ Tedesco conclude alto sopra la testa di Frey. Al 10′ Mutu si accentra e scarica in porta; Bizzarri di pugno respinge in corner. Montolivo, dalla bandierina, crossa per la testa di Gilardino; l’attaccante biellese sfiora il goal in girata. Al 21′ Mutu viene atterrato al limite dell’area da Terlizzi. Cartellino giallo per il difensore e punizione da posizione favorevole. La batte lo stesso romeno; la sfera termina di poco fuori. Al 23′ il Franchi trema: Martinez serve in rovesciata Plasmati che a due passi dalla porta viola colpisce male e spedisce il pallone tra le braccia di Frey. Al 26′ ancora Mutu da fuori; la difesa si rifugia in calcio d’angolo. Al 31′ Montolivo serve col contagiri Gilardino; l’attaccante si allunga troppo la sfera e Bizzarri interviene facile. Al 36′ Tedesco prova a far male ai viola di esterno sinistrio; Frey respinge in tuffo. Al 38′ Montolivo, dopo un ottimo dribbling, conclude sfiorando il goal. Sul finire del primo tempo Mutu ci riprova, invano, su calcio piazzato.

Nella ripresa Prandelli toglie uno spento Santana e manda in campo il diciannovenne Jovetić per dare più fantasia alla manovra offensiva viola. Fiorentina subito pericolosa sulla destra con Kuzmanović. Al 54′ azione sullo stretto Mutu-Jovetić; il montenegrino conclude da fuori, la difesa  siciliana ribatte. Passa un minuto e Mutu fa 99 in serie A: Kuzmanovic arriva sul fondo e mette in mezzo per il Fenomeno che da quella posizione non sbaglia. La Fiorentina gioca bene, il Catania non sembra essere in grado di reagire. Al 63′ Mutu da il via al contropiede viola: palla a Kuzmanović che a sua volta serve Jovetić. Il giovane talento non se la sente di concludere di sinistro, rientra quindi sul destro e, complice la deviazione di un difensore catanese, colpisce il palo. Zenga  gioca la carta Paolucci al posto di Sabato. La Fiorentina raddoppia con un gran goal di Gilardino (78′). All’83’ Almiron, entrato al posto di Montolivo, spedisce fuori un ottimo assist di Vargas. Pasqual entra al posto di Mutu e prende il ruolo di Vargas; il peruviano gioca gli ultimi scampoli di partita da ala. Finisce così, con la terza vittoria viola in sette giorni.