Potrebbe essere Fiorentina-Udinese, in programma sabato alle 18 al Franchi, l’occasione buona per rivedere in campo la coppia Mutu-Gilardino, che tanto fa sognare i tifosi ma che finora, per diversi motivi, non ha avuto molte occasioni per giocare assieme. Se lo augurano i tifosi della Fiorentina, e se lo augura soprattutto lui, Adrian Mutu, voglioso più che mai di tornare in campo.

Mi sento bene ma non voglio dire di più anche per scaramanzia – confessa – comunque sto cercando la condizione migliore. Anche con la Nazionale c’è collaborazione tra lo staff tecnico e medico della Romania e quello della Fiorentina. Voglia di tornare? Davvero tanta, ora spero di poter giocare la maggior parte delle partite”.

Per sè, ma anche per la sua squadra, la Fiorentina, che in trasferta, in questo inizio di stagione, ha incontrato più di una difficoltà. “Anche in trasferta cerchiamo sempre di andare a vincere le partite – spiega il rumeno – ecco perché il pareggio è uno dei risultati che esce di meno. In alcune situazioni, anche fare un solo punto potrebbe avere un valore. Forse ogni tanto – continua – dovremmo avere una mentalità più da ‘piccola’ squadra, essere più umili, lottare su ogni pallone e poi sono sicuro che faremmo punti anche in trasferta”.

Poi Mutu si sofferma anche sulla questione arbitri. “Posso dire solo che non è giusto mettere sotto accusa Gilardino – dice – ci vuole equilibrio in quello che facciamo e diciamo, a Palermo abbiamo avuto un piccolo vantaggio, ma non l’abbiamo certo chiesto, ora invece gli episodi ci sono stati contrari“.

Intanto, è stato scelto l’arbitro che sabato dirigerà la gara del Franchi tra Fiorentina e Udinese: sarà Daniele Orsato.