lunedì, 26 Luglio 2021
Adv Adapex
HomeSezioniFiorentinaRisorge la Fiorentina, battuto il...

Risorge la Fiorentina, battuto il Crotone

Bonaventura e Vlahovic in gol

-

Dimenticata la sconfitta di Napoli la Fiorentina torna alla vittoria superando 2-1 il Crotone. Sotto la pioggia, allo stadio Franchi, segnano Bonaventura e Vlahovic, nella ripresa Simy per i calabresi. I viola ‘girano’ a quota 21, come la scorsa stagione, allontanandosi dalla zona calda della classifica. Nel primo tempo predominio dei viola che hanno fatto valere il proprio maggior tasso tecnico e segnano anche le due reti, ripresa con il ritorno del Crotone che riapre la gara ma non riesce a pareggiare. Cesare Prandelli non cambia la squadra con Igor, Pezzella e Milenkovic davanti a Dragowski, centrocampo con Castrovilli, Bonaventura e Amrabat e con Biraghi e Caceres sulle fasce e Ribery e Vlahovic in attacco. Giovanni Stroppa sceglie Djidji Marrone e Luperto in difesa con Cordaz in porta. Zanellato, Eduardo e Vulic con Pereira e Reca ai lati, Simy e Messias in avanti.

Primo Tempo

Dopo un periodo di studio la Fiorentina sblocca il risultato al 20’ Reca respinge in area del Crotone e ne approfitta Bonaventura che da fuori area tira di esterno destro spedisce la palla in rete per l’1-0. La Fiorentina acquisisce sicurezza e al 32’ Vlahovic, alla settima rete stagionale, segna il raddoppio al termine di una bella azione partita da Castroville che serve Ribery per il talento serbo che spiazza Cordaz. Al 33’ ci prova il Crotone con Pereira ma la sfera finisce alta, sopra la traversa. Si va al riposo con i viola avanti per 2-0.

© Tiziano Pucci – Agenzia Fotografica Italiana

Secondo Tempo

Nella ripresa c’è più equilibrio in campo. Al 50’ ci prova Messias ma Pezzella riesce a liberare. Vlahovic sbaglia più volte. Al 51’ si trova davanti a Cordaz ma scivola goffamente e perde la possibilità di tirare a rete.  Al 54’ ci prova ancora Bonaventura ma Cordaz para. Al 56’ il secondo errore di Vlahovic che perde il pallone che finisce sul fondo. Al 63’ Pezzella va a rete ma l’arbitro Piccinini annulla in quanto il capitano viola nello stoppare il pallone lo colpisce di mano. Al 66’ il Crotone riapre la gara. Cross di Pereira dalla destra, il pallone attraversa l’area e Simy approfitta delle disattenzioni della retroguardia per segnare di testa il 2-1. All’84’ è Marrone ad impegnare, di testa, Dragowski mentre nel recupero un tacco di Borja Valero libera Kouame, il cross per Pulgar ma la sfera finisce sul fondo. Si chiude con la vittoria della Fiorentina che torna a respirare.

L’allenatore e il presidente

Sorride Cesare Prandelli. “La vittoria ti porta sempre il sorriso, forse abbiamo giocato la nostra miglior partita. Sul 2-0 dovevamo chiuderla ma in questo momento era importante vincere perché le vittorie portano autostima. Serve la qualità di tutti, ma dobbiamo mantenere la mentalità di una squadra che vuole lottare sempre e deve essere ordinata. La qualità – aggiunge Prandelli –  dobbiamo averla ma non bisogna anteporla allo spirito di squadra. Il centrocampo stasera era molto più equilibrato e ordinato rispetto a quello visto a Napoli”.

Commenta a fine gara anche Rocco Commisso. “Io vengo a Firenze a soffrire, ci sono volute tre partite per vederne vincere una. Ho parlato ai ragazzi e hanno fatto quello che gli avevo detto di fare. Dobbiamo andare avanti così. Abbiamo cambiato l’allenatore ma abbiamo gli stessi punti che avevamo la scorsa stagione alla fine del girone d’andata. I ragazzi ce la faranno, abbiamo una buona squadra e un buon allenatore. Quando i ragazzi ce la mettono tutta, vincono”.

Ultime notizie