Sassuolo Fiorentina 1-2. La Fiorentina rimonta e batte il Sassuolo

Pronto riscatto contro il Sassuolo per la Fiorentina dopo la sconfitta di domenica contro la Lazio. A Reggio Emilia una vittoria, in rimonta, che rilancia le ambizioni europee. Montella, in tribuna perché squalificato, deve fare a meno di Lirola, Caceres e Franck Ribery, quest’ultimo squalificato per tre turni. Dentro Venuti, Benassi al posto di Badelj, Boateng e Sottil. De Zerbi non ha problemi di formazione con Traorè e Obiang a centrocampo e Caputo in attacco.

Sassuolo Fiorenetina. Primo Tempo

La Fiorentina parte ed al quarto minuto è Boateng a colpire subito un palo ma poi è il Sassuolo ad imporre il suo gioco. Al 16’ Boga salta Sottil ma il cross per Caputo non si concretizza. Al 24’ è sempre Boga a saltare Pulgar e Milenkovic. Il tiro di destro s’insacca alla sinistra di Dragowski per l’1-0 del Sassuolo. Al 39’ Benassi ci prova con un gran sinistro e trova la via della rete, ma il gol viene annullato per una posizione di fuorigioco dell’autore dell’assist Pulgar. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio.

Sassuolo Fiorentina. Secondo Tempo

Nella ripresa la Fiorentina mette molto più brio nelle proprie azioni con il chiaro intento di pervenire al pareggio. Al 63’ Venuti lascia partire un cross per Castrovilli che è abile a svettare su Romagna e a battere Consigli con un colpo di testa. E’ l’1-1. La Fiorentina trova coraggio grazie alla rete e all’81’ arriva il sorpasso: errore in uscita di Duncan, Chiesa tocca in area per Castrovilli che sul secondo palo trova Milenkovic che mette dentro alle spalle di Consigli. E’ il 2-1 per i viola. All’86’ ci prova Chiesa ma Consigli riesce a deviare in angolo. Nelle battute conclusive il Sassuolo fallisce con Marlon l’opportunità che potuta valere il 2-2. A vincere è la Fiorentina, che a Reggio Emilia supera un esame importante e si rilancia in classifica.

Sassuolo Fiorentina. L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Vincenzo Montella. “Stiamo dando ottimi segnali. Era importante dimostrare che la squadra fosse viva. Vittoria meritata, siamo cresciuti pian piano fisicamente. Il Sassuolo ha giocato prima di noi, ma la nostra stanchezza non si è fatta sentire. I tifosi sono stati eccezionali nonostante la sconfitta contro la Lazio, sono venuti a Reggio Emilia in tantissimi. Sono felice per il presidente Rocco Commisso, dedichiamo a lui la vittoria. Castrovilli ha giocato bene, ci abbiamo puntato fin da subito. Gaetano è molto umile, non ho avuto paura a fare il paragone con Antognoni – aggiunge Montella – anche se un po’ azzardato. Sono rimasto sorpreso della presenza di Ribery ma ha fatto una cosa da campione, mi ha aiutato nei cambi”.