martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniFiorentinaSettimana di fuoco per la...

Settimana di fuoco per la Fiorentina: Sassuolo e poi la Juventus

A Reggio Emilia previsto il turn over

-

Pubblicità

La Fiorentina si appresta a giocare due partite importanti. Sabato (alle 20,45) a Reggio Emilia la sfida contro il Sassuolo, importante in vista della classifica dato che la Fiorentina è rientrata in corsa per l’Europa League, e poi mercoledì allo stadio Artemio Franchi l’andata della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Gara dove si prevede il tutto esaurito anche perché sarà la prima, a Firenze, per Vlahovic da avversario.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Fiorentina

Vincenzo Italiano è tentato da un turnover in vista della gara di sabato per non appesantire i giocatori che poi dovranno essere protagonisti mercoledì contro la Juve. In porta si riapre il ballottaggio tra Terracciano e Dragowski col primo favorito e col polacco che dovrebbe giocare in coppa. A destra Venuti può far rifiatare Odriozola, a sinistra invece ancora Biraghi. Squalificato Milenkovic, centrali saranno Martinez Quarta e Igor. A centrocampo dubbio tra Torreira ed Amrabat. Potrebbe giocare quest’ultimo per far giocare Torreira mercoledì. Confermato Bonaventura e, come al solito dubbio a tre fra Castrovilli, Duncan e Maleh per l’altro esterno. Davanti ancora Piatek e Nico Gonzalez. L’ultimo posto nel tridente offensivo sarà occupato da uno tra Saponara e Sottil. Ancora panchina per Cabral.

Pubblicità

Alessio Dionisi dovrebbe confermare quasi tutti i giocatori che hanno vinto a San Siro con l’Inter. In porta Consigli, sulle fasce Muldur e Kyriakopoulos, al centro Chiriches con Ayhan che farà posto a Ferrari, al rientro dopo la squalifica. Frattesi e Maxime Lopez nei due di centrocampo, mentre Berardi, Raspadori e Traore agiranno da mezzepunte dietro all’unica punta Scamacca.

L’allenatore

Vincenzo Italiano consiglia di concentrarsi su un avversario per volta. “A Firenze si pensa solo alla sfida di mercoledì con la Juventus ma noi non possiamo permetterci di non essere concentrati sulla gara con il Sassuolo che è una squadra fortissima. Per quanto ci riguarda non abbiamo mai parlato all’interno dello spogliatoio della partita con la Juve – ha confermato l’allenatore della Fiorentina – e lo faremo da domani quando sarà conclusa quella con il Sassuolo, vogliamo scendere in campo con la testa giusta e la consapevolezza che nei prossimi tre mesi dovremo spingere sull’acceleratore e cercare di sbagliare meno possibile”.

Pubblicità

Ultime notizie