venerdì, 1 Marzo 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaSfuma il record per la...

Sfuma il record per la Fiorentina. Solo un pari con lo Spezia

Prosegue la striscia positiva per i viola, ma dopo 9 vittorie consecutive incappa in un pareggio con i liguri

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Sorpresa amara nell’uovo di Pasqua per la Fiorentina che incappa in uno sfortunato pareggio contro lo Spezia dopo le nove vittorie consecutive tra campionato e coppe. È Nzola che rimedia ad un’autorete di Wisniewski su tiro di Biraghi. Per i viola anche una traversa con Cabral che ci prova in rovesciata ed un palo con Brekalo. Lo Spezia spreca, nel finale una occasione con Shomurodov. Vincenzo Italiano cambia poco rispetto alla vittoria contro l’Inter. In difesa Quarta e Igor giocano centrali. In avanti, accanto a Cabral vengono schierati Sottil e Ikoné. Leonardo Semplici schiera gli ex Dragowski in porta e Zurkowski a centrocampo ed in attacco, accanto a Nzola Gyasi e Maldini.

La partita

Nonostante la Fiorentina mostri maggior ritmo è lo Spezia a farsi vedere, all’11’, con Amian, il cui tiro è facile preda di Terracciano. al 25’ un cross di Biraghi batte sul palo interno e tornando in campo arriva sui piedi di Wisniewski che insacca nella propria porta facendo autogol. Al 32’ il pareggio dello Spezia con Nzola che scappa ad Igor, Terracciano non esce e l’attaccante ligure segna il pareggio. Cabral, poco dopo, colpisce la traversa in rovesciata.

- Pubblicità -

La Fiorentina prova a vincere la gara nella ripresa. Al 55’ c’è un colpo di testa di Quarta. Brekalo, appena entrato, colpisce subito il palo al 60’. Al 69’ una punizione di Biraghi colpisce ancora la traversa e Dragowski toglie la palla al possibile tiro di Cabral. All’88’ Dodò taglia verso il centro e verticalizza per Brekalo, filtrante per Jovic che fa scorrere e poi cerca il tocco sotto sull’uscita di Dragowski ma la palla finisce di un soffio. Subito dopo il match-ball è dello Spezia. Duncan sbaglia a centrocampo e lascia campo aperto a Shomurodov che vola verso Terracciano, ma il suo tentativo di pallonetto è preda del portiere viola. Sarebbe stata una beffa. Finisce con la divisione della posta in palio e giovedì si torna subito in campo per la Conference League. La Fiorentina giocherà, in trasferta, contro il Lech Poznan.

L’allenatore

Dispiaciuto, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Incappare in una giornata così, con un avversario fortunato che si chiude bene può capitare. Dispiace – continua il tecnico viola – per non essere rimasti nella storia con la decima vittoria. La prestazione c’è stata e andiamo avanti. Abbiamo palleggiato di più e siamo stati bravi con Bonaventura e Mandragora a creare occasioni. Oggi siamo stati sfortunati. Vedi Brekalo e Jovic. Il gol subito lascia l’amaro in bocca. Il rilancio del portiere e facile da difendere. Loro sono stati abili, ma potevamo evitarlo”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -