Rallenta la corsa della Fiorentina alle posizioni per l’Europa League. Un pareggio non entusiasmante in una partita con tanti contrasti duri ed uno spettacolo non eccelso. Con Muriel sottotono è Edimilson Fernandes a pescare un jolly dai 25 metri che recupera il vantaggio dell’Udinese confezionato da Stryger Larsen. Pioli manda in panchina Simeone, preferendo Mirallas all'argentino. Per il resto tutto invariato con Laurini al posto di Vitor Hugo, fuori per un problema muscolare e Milenkovic accanto a Pezzella. Non gioca Benassi squalificato, al suo posto Gerson. Davide Nicola sceglie la coppia d'attacco formata da De Paul e Pussetto.

Primo Tempo

Tanti duelli e molti falli da entrambe le parti ma poche azioni da gol per le due squadre in campo. Bello il ricordo di Davide Astori, regalato da entrambe le tifoserie, ad 11 mesi dalla scomparsa. Al 13’ De Paul serve Pussetto che salta Milenkovic e va al tiro ma la palla sfiora soltanto il palo. Al 26’ si vede la Fiorentina con Pezzella che impegna severamente il portiere friulano Musso. Al 39’ ci prova ancora Pussetto per l’Udinese ma trova solo l’esterno della rete. Si va al riposo sullo 0-0.

Secondo Tempo

Pioli prova la carta Simeone al posto di Mirallas ma è l’Udinese ad andare in rete. Al 56’ Veretout perde palla favorendo il contropiede dell’Udinese con Pussetto che serve Larsen che, a due passi da Lafont, sigla il vantaggio bianconero. Al 65’ il pareggio viola. Tiro ribattuto di Muriel, la palla arriva ai 25 metri per Edimilson Fernandes che lascia partire un destro secco che si spegne all'angolino basso. E’ l’1-1. Al 76’ si sveglia Chiesa che ha una doppia occasione ma sul primo tiro trova Musso pronto alla ribattuta e sul secondo tiro la palla finisce fuori. All’82’ Muriel serve ancora Chiesa che ci prova di testa senza successo. Finisce con un pareggio che non accontenta nessuno. Né l’Udinese in cerca di punti salvezza, né la Fiorentina che spreca una buona opportunità per portarsi a ridosso delle squadre che puntano all’Europa League.

L’allenatore

Non soddisfatto, a fine gara, Stefano Pioli. “La partita l’avevamo preparata così, sapevamo che avrebbero fatto tanta densità. Avremmo dovuto fare più movimento, ma non è facile superare un avversario con undici giocatori nella sua metà campo. Serviva una giocata individuale per pareggiare, abbiamo avuto anche tanto occasioni su palle inattive, fortunatamente – conclude il tecnico viola – Edimilson ha trovato la conclusione dalla distanza e ha fatto gol”.