Tre punti pesanti per la Fiorentina sul campo dello Slovan Liberec, che ha giocato ancora con la maglia color arancione. E’ la prima volta, nell’era Della Valle, che la Fiorentina vince una partita in campo europeo vestendo la terza maglia. Al termine della prima fase la squadra viola ha 7 punti e comanda il girone grazie anche al successo del Qarabag sul Paok Salonicco. In Repubblica Ceca Paulo Sousa torna alla difesa a quattro con Tomovic e Maxi Olivera terzini, Gonzalo Rodriguez e Astori centrali. A centrocampo Cristoforo accanto a Vecino e Badelj. Borja Valero sulla trequarti alle spalle della coppia Kalinic-Babacar. La squadra di casa vede Breite agire davanti alla difesa composta da Coufal, Hovorka, Karafiat e Sykora. Vuch e Navratil sono gli esterni offensivi, Folprecht e Sevcik completano la mediana. Davanti l’unica punta è il russo Komlichenko.

 

Primo Tempo

 

Parte molto bene la  Fiorentina che sfiora il vantaggio con Kalinic dopo 5 minuti. Il croato entra in area e calcia potente, ma trova la risposta in corner di Dubravka.  All’8’ Babacar approfitta di una disattenzione difensiva avversaria e serve una palla invitante che Kalinic raccoglie e scarica, di destro, sotto l’incrocio dei pali. All’11’ è sempre Kalinic a cercare il colpo del raddoppio ma non inquadra la porta. Al 17’ Babacar tenta di sorprendere la difesa avversaria con un rasoterra che viene però respinto dalla difesa di casa. Al 23’ lancio lungo di Astori: Karafiat sbaglia e Kalinic ne approfitta saltando il portiere con uno stop a seguire che spiana la strada per il comodo appoggio a porta vuota. E’ il 2-0 viola col quale si va all’intervallo.

 

Secondo Tempo

 

Più convinto, nella ripresa, lo Slovan Liberec. Coufal ci prova al 52’ con un colpo di testa a centro area ma non trova la porta. Al 58’ Tatarusanu compie una bella parata sul colpo di testa di Karafiat, ma sulla respinta Sevcik insacca la rete che accorcia le distanze. Dopo aver segnato la rete lo Slovan cerca il pareggio dopo pochi minuti con Breite ma il bel tiro su calcio di punizione trova la pronta risposta di Tatarusanu. Al 70’ Borja Valero serve in area Tello, subentrato a Kalinic, che passa a Babacar che mette in rete a porta vuota. Siamo sul 3-1 per i viola che conclude la gara.

 

L’allenatore

 

Soddisfatto a fine gara Paulo Sousa. “I gol mancano sempre per vincere ed oggi li abbiamo fatti a sufficienza. Il cammino per la Fiorentina – aggiunge l’allenatore viola – è ancora molto lungo ma saper soffrire significa essere ad un buon punto. E’ una questione di intensità e quando è bassa permetti al tuo avversario di creare ma siamo riusciti a conquistare i tre punti e siamo primi del girone, poi speriamo di avere più fortuna dell’anno scorso nei sorteggi. Vogliamo arrivare più avanti possibile, ma per farlo dovremo migliorare la nostra qualità”.