Dopo i due pareggi contro Spal e Lazio la Fiorentina torna alla vittoria al Franchi contro il Sassuolo. Primo tempo senza emozioni per la prima mezz’ora ma poi la rete del ritrovato Simeone cambia radicalmente il corso della gara favorendo il successo dei viola che Pioli schiera ancora con Chiesa e Thereau accanto al Cholito. A centrocampo Badelj con Veretout mentre come terzini agiscono Laurini e Biraghi. Nel Sassuolo debutto per Giuseppe Iachini, che la Curva Fiesole ha salutato a fine gara, e che sceglie come tridente d’attacco l’ex Matri con Politano e Berardi. In difesa Cannavaro gioca con Goldaniga e Acerbi mentre a centrocampo Magnanelli e Missiroli giocano al centro supportati da Gazzola e Peluso.

Primo Tempo

Avvio di gara con le due squadre che giocano senza pungersi troppo. Primi trenta minuti con poche emozioni. Al 17’ Benassi ha l’occasione giusta sugli sviluppi di un corner ma non trova i tempi giusti di inserimento. Al 28’ è Chiesa ad impegnare Consigli con un bello stacco di testa, il portiere emiliano riesce a mettere in corner. Al 32’, bell’azione di Veretout che innesca Laurini sulla destra, il francese effettua un cross per la testa di Simeone che batte Consigli. E’ l’1-0, il quinto gol per l’argentino. Finalmente, al 37’, si vede anche il Sassuolo con Politano che colpisce un palo dopo una bella conclusione dalla sinistra, complice anche una deviazione del portiere viola Sportiello. Al 42’ ripartenza per la Fiorentina con Thereau che scatta sul filo del fuorigioco e serve, sul secondo palo, Veretout che realizza il 2-0. L’arbitro Banti chiede aiuto al Var e poi convalida la rete con la quale si va al riposo.

Secondo Tempo

Sassuolo più propositivo ad inizio ripresa. Al 49’ Politano crossa per Matri ma Pezzella riesce a deviare in calcio d’angolo. Al 61’ ci prova proprio Pezzella su un angolo battuto da Biraghi. Consigli è bravo a parare. Al 71’ arriva la terza rete viola. Chiesa, anche in questi caso, scatta sul filo del fuorigioco grazie al passaggio di Thereau e, di precisione, mette a segno il terzo gol con un preciso scavetto che tocca il palo ma s’insacca all’angolino destro della porta difesa da Consigli.
Pioli inizia a fare i cambi e tutti sperano nell’innesto di Saponara che però avverrà solo a cinque minuti dal 90°. Finisce con un 3-0 che permette ai viola di recuperare alcune posizioni in classifica.

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Stefano Pioli anche se predica ancora pazienza. “C’è ancora da fare e da crescere, la squadra ha buone qualità. Veretout è una sorpresa, non è facile per i giocatori di altre nazionalità inserirsi così velocemente e bene. Simeone ha dimostrato qualità, Chiesa si conferma. Dobbiamo essere bravi e continuare a fare bene. La Fiorentina – aggiunge Pioli – potrà togliersi grandi soddisfazioni se continuerà a crescere. Domenica prossima giocheremo contro il Napoli. Una squadra fortissima, metteremo in campo le nostre armi e le nostre qualità sapendo che saremo destinati a soffrire tanto. Lo abbiamo fatto bene anche con la Lazio, ci prepareremo al meglio per la prossima trasferta”.