mercoledì, 7 Ottobre 2020
Home Sezioni Firenze Rocks Le foto di 4 giorni...

Le foto di 4 giorni di Firenze Rocks 2019

I volti, gli spettatori e i concerti. Le fotografie scattate durante la terza edizione di Firenze Rocks alla Visarno Arena

-

4 giorni di musica, ma anche di sorrisi, cori e tanto sudore, viste le temperature roventi. Vogliamo riassumere le 4 giornate di Firenze Rocks 2019 con una carrellata di foto:  alla Visarno Arena sono passate tra giovedì 13 e domenica 16 giugno circa 200mila persone, con il picco d’affluenza per Ed Sheeran, che nonostante le sonorità più pop ha fatto segnare il record di presenze.

I numeri degli altri concerti di questa terza edizione sono di tutto rispetto: l’accoppiata Tool – Smashing Pumpkins la prima sera è stata acclamata da 45mila persone, poi è toccato a Ed Sheeran che ha richiamato 65mila spettatori, in 40mila hanno assistito al concerto dell’headliner della terza data Eddie Vedder, mentre The Cure, forti di una carriera 40ennale hanno stregato 50mila spettatori per chiudere in bellezza Firenze Rocks.

Firenze Rocks 2019, le foto

Intanto c’è chi pensa già al prossimo anno, ma per scoprire le prime anticipazioni sulla nuova edizione di Firenze Rocks bisognerà aspettare ancora qualche mese.

Ultime notizie

Palawanny, ci siamo. Entro un anno la nuova casa de Il Bisonte volley

Stavolta sembra essere la volta buona: lavori al via, palazzetto pronto per la prossima stagione. Con un progetto che guarda lontano

Quando si può togliere la mascherina senza rischiare una multa

Mentre si attende il nuovo dpcm, alcune Regioni hanno già stabilito l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto: ma quando si può stare senza? E come comportarsi se si corre e si va in bici?

Giornate Fai d’autunno 2020: a Firenze e in Toscana 33 luoghi aperti

Da un micro-teatro, alla quercia monumento, fino a 3 vagoni da Oscar. I più interessanti luoghi da visitare in Toscana per le Giornate Fai di autunno, che nel 2020 si svolgono su 2 weekend

Eike Schmidt: “I miei Uffizi per tutti”

Intervista al direttore degli Uffizi. "La nostra missione? Educare e diffondere: lo facciamo dal Settecento”