domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniLavoro & EconomiaContratto enti locali 2022: aumenti...

Contratto enti locali 2022: aumenti e arretrati. Le tabelle retributive

Firma per il rinnovo del CCNL per i dipendenti pubblici degli enti locali. Tra le novità l'adeguamento degli stipendi, il pagamento degli arretrati e le nuove regole sugli sviluppi di carriera

-

- Pubblicità -

Dopo la certificazione positiva della Corte dei conti del 14 novembre 2022, il contratto nazionale di lavoro degli enti locali 2019-2021 arriva all’Aran per la firma definitiva: il rinnovo, con aumenti, nuove tabelle retributive e arretrati, riguarda oltre 430.000 dipendenti pubblici di Comuni, Città metropolitane, Province, Regioni e Camere di Commercio.

Il rinnovo del CCNL comparto “Funzioni locali”: le novità

Il CCNL (contratto collettivo nazionale di lavoro) delle “Funzioni locali”, che aveva già passato il vaglio del Consiglio dei ministri e del Ministero dell’Economia e delle Finanze, riguarda il triennio 2019-2021. Tra le novità un nuovo sistema di classificazione, le progressioni economiche, la disciplina dei giorni festivi infrasettimanali, la valorizzazione delle indennità, gli sviluppi di carriera e le nuove regole per il lavoro a distanza.

- Pubblicità -

Insomma ci saranno cambiamenti anche in busta paga, con gli aumenti delle tabelle retributive previste dal rinnovo del contratto degli enti locali e il pagamento degli arretati. Antonio Naddeo, presidente dell’Aran – Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni, ha parlato di “un traguardo importante, con molte novità per l’organizzazione degli enti e la gestione del personale”.

Contratto enti locali, gli aumenti: le tabelle retributive

A livello economico, la novità più importante riguarda gli aumenti in busta paga per i dipendenti pubblici degli enti locali: la crescita media mensile dello stipendio sarà di 100,27 euro lordi. Ma l’incremento dipende ovviamente dal livello del singolo dipendente: si va da un mimino di 56,10 euro lordi in più al mese per l’A1, fino ai 104,28 euro del D7. Si alza inoltre anche la nuova indennità di vacanza contrattuale.

- Pubblicità -

Vediamo allora le tabelle retributive degli aumenti che scattano con il rinnovo del contratto degli enti locali da fine 2022:

  • A1 +56,10 euro lordi
  • A2 +56,90 euro lordi
  • A3 +58,10 euro lordi
  • A4 +59,10 euro lordi
  • A5 +60,40 euro lordi
  • A6 +61,40 euro lordi
  • B1 +59,30 euro lordi
  • B2 +60,30 euro lordi
  • B3 +62,70 euro lordi
  • B4 +63,70 euro lordi
  • B5 +64,70 euro lordi
  • B6 +65,90 euro lordi
  • B7 +68,40 euro lordi
  • B8 +69.60 euro lordi
  • C1 +66,90 euro lordi
  • C2 +68,50 euro lordi
  • C3 +70,50 euro lordi
  • C4 +72,70 euro lordi
  • C5 +75,40 euro lordi
  • C6 +77,50 euro lordi
  • D1 +72,50 euro lordi
  • D2 +76,40 euro lordi
  • D3 +83,80 euro lordi
  • D4 +87,30 euro lordi
  • D5 +91,20 euro lordi
  • D6 +97,50 euro lordi
  • D7 +104,28 euro lordi

Quando in busta paga gli arretrati previsti dal contratto degli enti locali 2022

Ci sarà poi una “indennità” una tantum, che darà una boccata di ossigeno ai lavoratori proprio nel mese dei regali e dei cenoni, con un’inflazione galoppante. La busta paga è quella di dicembre 2022, quando per effetto del rinnovo del contratto del comparto delle Funzioni locali, i dipendenti pubblici degli enti come Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Camere di commercio, vedranno il pagamento degli arretrati dal 2019 al 2021 (a cui sarà sottratta l’indennità di vacanza già goduta).

- Pubblicità -

Si va da un minimo di 1.210 euro lordi per il livello più basso (A1) a un massimo di 2.251 euro per l’inquadramento economico più alto (D7). Vediamo nel dettaglio la tabella degli arretrati che saranno pagati nella busta di dicembre:

  • A1 una tantum 1.210,18 euro lordi
  • A2 una tantum 1.26,37 euro lordi
  • A3 una tantum  1.253,26 euro lordi
  • A4 una tantum 1.274,40 euro lordi
  • A5 una tantum 1.302,18 euro lordi
  • A6 una tantum 1.324,43 euro lordi
  • B1 una tantum 1.278,59 euro lordi
  • B2 una tantum 1.300,07 euro lordi
  • B3 una tantum 1.352,67 euro lordi
  • B4 una tantum 1.373,42 euro lordi
  • B5 una tantum 1.395,48 euro lordi
  • B6 una tantum 1.421,57 euro lordi
  • B7 una tantum 1.475,40 euro lordi
  • B8 una tantum 1.506,71 euro lordi
  • C1 una tantum 1.442,37 euro lordi
  • C2 una tantum 1.477,93 euro lordi
  • C3 una tantum 1.520,10 euro lordi
  • C4 una tantum 1.566,94 euro lordi
  • C5 una tantum 1.625,41 euro lordi
  • C6 una tantum 1.670,91 euro lordi
  • D1 una tantum 1.569,21 euro lordi
  • D2 una tantum 1.647,74 euro lordi
  • D3 una tantum 1.806,42 euro lordi
  • D4 una tantum 1.881,28 euro lordi
  • D5 una tantum 1.965,30 euro lordi
  • D6 una tantum 2.101,96 euro lordi
  • D7 una tantum 2.251,62 euro lordi

Questa la tabella pubblicata dai sindacati dei dipendenti pubblici.

Tabelle retributive contatto enti locali 2022 aumenti arretrati

La firma definitiva per il rinnovo del contratto degli enti locali 2022

La firma definitiva del rinnovo del contratto delle funzioni locali è prevista alle ore 11 di mercoledì 16 novembre 2022 a Roma, presso la sede dell’Aran. Saranno presenti le sigle sindacali rappresentative del comparto. Il contratto sarà poi pubblicato sul sito dell’Aran. Si tratta di un altro importante CCNL che arriva all’ok definitivo dopo quelli del mondo della sanità pubblica e della scuola e della ricerca.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -