Quando il lavoro non c'è bisogna inventarselo, da soli non è facile ma in gruppo è meglio!  Legacoop Toscana e Coopfond hanno lanciato la prima edizione di Coop StartUp Toscana, una “call for ideas” pensata per accelerare la nascita e la creazione di nuove cooperative nell'obiettivo di far rivivere il territorio toscano. Dall'agricoltura all'abitare sociale, dallo sviluppo di stampanti 3D al pilotaggio dei droni il pensiero cooperativo non è solo agricolo ma si esprime in mille modi diversi, servono però delle idee innovative sulle quali investire. Per presentare il proprio progetto c'è tempo fino al 28 febbraio 2019 sulla piattaforma online di CoopStartUp attiva dal 7 dicembre 2018.

Il progetto  Coopstartup di Coopfond, il fondo mutualistico della Lega delle Cooperative nazionali, è nato 5 anni fa con l'intento di favorire in tutta Italia la rinascita delle cooperative. L'obiettivo non era solo di investire indistintamente in progetti belli ma non realizzabili. Al contrario Coopfond intendeva e continua a voler investire primariamente nelle idee e poi in un percorso di formazione e di tutoraggio per arrivare a sostenere con un investimento effettivo l'avvio delle nuove attività. Coopfond vuole infatti fornire delle solide basi come primo passo per creare posti di lavoro, incentivare innovazione e soprattutto per costruire un futuro.

coopstartup toscana

Un bando che punta sulle idee

Legacoop Toscana è stata una delle ultime regioni italiane ad aderire al progetto nazionale che ha visto nascere già 16 progetti cooperativi tra realtà imprenditoriali e agricole, suddiviso in 34 nuove cooperative caratterizzate da un gruppo di lavoro qualificato e giovane.
Forti di quest'esperienza nazionale, e dopo il successo i due bandi regionali, Legacoop e Coopfond danno quindi l'opportunità ai giovani di presentare le proprie idee creative e innovative cercando di dare importanza non solo alle capacità tecnologiche e digitale delle nuove generazioni ma anche a nuovi modi di favorire la produzione  e la territorialità delle nuove aziende.

Le 3 migliori idee saranno finanziate con un investimento a fondo perduto di 15.000€ e altri 2 progetti  riceveranno il Premio Speciale reso possibile dalla collaborazione con due grandi realtà del territorio toscano: Grandi Salumifici Italiani – Casa Modena e Flora Toscana.

Percorso del Bando

Dal 7 dicembre 2018 fino alle ore 14.00 del 28 febbraio 2019, tutti i gruppi composti dal almeno 3 persone con in maggioranza partecipanti under 40, potranno presentare la propria proposta sulla piattaforma online : www.coopstartup.it/toscana.
Durante il processo di presentazione, gli aspiranti cooperanti accederanno gratuitamente ad una formazione in 10 passi grazie ad un sistema di e-learning. Questo percorso in 10 passi darà loro la possibilità di ottenere maggiori strumenti teorici e pratici per migliorare il proprio progetto.
Alla scadenza del 28 febbraio 2019 saranno selezionate dieci idee. I giovani cooperanti che avranno superato la selezione accederanno ad un percorso di formazione più diretto con una full-immersion di 4 giorni che toccherà tutti gli aspetti più salienti dell'imprenditorialità cooperativa. Anche in questo caso, grazie alle accresciute conoscenze, sarà possibile riformare o rivedere la propria proposta e sottoporla nuovamente ad una giuria di selezione.
A settembre 2019, dalla nuova selezione emergeranno le 3 idee sulle quali investiranno congiuntamente Legacoop Toscana e Coopfond con un contributo a fondo perduto per l'avviamento dell'impresa di 15.000€ e i 2 premi speciali selezionati da GSI – Casa Modena e Flora Toscana.

I Premi Speciali

I premi speciali saranno assegnati ai progetti che avranno un approccio più spiccatamente territoriale. GSI – Casa Modena darà particolare rilievo alle proposte formulate nell'ambito della produzione, trasformazione e commercializzazione dei salumi e alle proposte che promuovano l'imprenditorialità nella regione del Monte Amiata. Flora Toscana invece ricerca con maggiore attenzione progetti che propongano delle novità nel settore della produzione vivaistica e che vadano a sostegno di pratiche per il passaggio generazionale nelle cooperative agricole già esistenti
Entrambe le realtà, investiranno con un contributo a fondo perduto di 10.000€ e metteranno a disposizione dei vincitori tutta la decennale esperienza che detengono per per permettere ai giovani di ricominciare ad investire nel territorio e nel settore produttivo.

Tutoraggio

Per garantire la buona riuscita del progetto, Legacoop e Coopfond parteciperanno alle nuove aziende  con un capitale di rischio che moltiplicherà fino al 200% rispetto al capitale dei soci cooperanti. Inoltre i nuovi cooperanti avranno l'accesso ai benefici della Convenzione “Coopfond – Banca Etica” che prevede tra l'altro l'erogazione del microcredito e la possibilità di attivare altri prodotti finanziari di CoopFond.

Ai giovani partecipanti  non resta altro che svolgere il compito più facile: proporre l'innovazione per costruire un futuro diverso!

Per maggiori informazioni sul Bando e sugli ambiti previsti per la partecipazione è possibile consultare il sito qui: https://www.coopstartup.it/sperimentazioni/coopstartup-toscana/