mercoledì, 1 Febbraio 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniLavoro & EconomiaIn arrivo un quartiere di...

In arrivo un quartiere
di appartamenti in legno

Nascerà alle porte di Firenze: previsti anche uffici e negozi

-

- Pubblicità -

“Per fare un tavolo ci vuole il legno, per fare il legno ci vuole l’albero…”, hanno cantato generazioni di bambini ispirati da Gianni Rodari e Sergio Endrigo. Ma tra qualche decennio l’immortale canzone-filastrocca potrebbe cambiare un po’, arrivando a dire che anche per fare una casa ci vuole il legno.

LEGNO

Sì, perché le case in legno si stanno imponendo sempre più come la novità dell’edilizia in Italia, un settore che è stato letteralmente falcidiato – in termini di posti di lavoro e fatturato – dalla crisi economica. Il nome tecnico è “cross lam”, e si tratta di un particolare sistema di costruzione degli edifici che prevede l’utilizzo esclusivo di pannelli di legno a strati incrociati (neanche un centimetro di cemento, per intendersi). Non pensate però alle case che si vedono nei film americani. Sia dall’esterno che dall’interno gli edifici realizzati con il cross lam sono tali e quali agli altri, perché il legno non è a vista.

RISPARMIO: 3 buone ragioni

- Pubblicità -

Insomma: non si vede ma c’è, e garantisce risparmio energetico e dunque economico (il legno ha caratteristiche termiche dieci volte superiori a quelle del cemento armato), elevate prestazioni antisismiche (massima garanzia statica in caso di terremoto) e tempi di realizzazione più veloci e certi. In altre parti d’Europa, in particolare in Germania, i primi alloggi di questo tipo sono stati messi in vendita già alla fine degli anni ‘90. Nel nostro paese, invece, una diffusione un po’ più importante di questa tecnica costruttiva è iniziata soltanto dopo il tragico terremoto che ha colpito L’Aquila nel 2009.

A CALENZANO

Ma proprio in provincia di Firenze partirà nei prossimi mesi la realizzazione di un nuovo quartiere fatto di appartamenti in legno: a Calenzano saranno costruiti circa novanta appartamenti che, oltre ai vantaggi già elencati, avranno anche quello di essere messi sul mercato a un prezzo di circa 2.300 euro al metro quadro, una cifra decisamente inferiore ai valori del mercato immobiliare di riferimento. A realizzare l’intervento, che si prevede verrà ultimato entro il 2016, sarà la Rexlam srl, per conto della cooperativa Redenta. La nuova edificazione sorgerà nella zona del campo sportivo “Paolo Magnolfi” e comprenderà anche negozi e uffici, sviluppandosi su una superficie di circa settemila mq e andando a unire la frazione della Fogliaia con il centro di Calenzano. “Questo nostro progetto – dice il presidente della cooperativa Redenta, Alessandro Carmignani – è il tentativo di rispondere al grande problema del bisogno abitativo, puntando sulla qualità e sulla sostenibilità non solo ambientale, ma anche economica”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -