Disagi negli uffici pubblici, ma anche nelle scuole. Sono quelli annunciati per lunedì primo dicembre, giorno in cui la Cisl ha proclamato a livello nazione  uno sciopero di 24 ore dei lavoratori del pubblico impiego e della scuola.

Le motivazioni dello sciopero

Il sindacato chiede il rinnovo del contratto, ormai scaduto da 6 anni. La mobilitazione arriva dopo il niente di fatto nell’incontro con il governo dello scorso 17 novembre. I lavoratori, scrive la Cisl in una nota, denunciano anche gli sprechi nella gestione della pubblica amministrazione, l’inefficienza organizzativa, i tagli senza criterio, la mancanza di innovazione.

Previste manifestazioni e presidi in tutta Italia. A Firenze presidio davanti alla Prefettura di via Cavour dalle 11 alle 13. A Prato davanti alla Prefettura (via Cairoli) dalle 10,30 alle 12,30.

Tra gli altri disagi previsti, comunica il Comune di Firenze, durante la giornata di lunedì primo dicembre i cimiteri comunali potrebbero restare chiusi.