domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniLavoro & EconomiaQuando e quanto aumentano le...

Quando e quanto aumentano le sigarette (anche elettroniche)

La bozza della manovra 2023 prevede aumenti per i tabacchi lavorati e anche per le sigarette elettroniche: il rincaro e i tempi di attuazione

-

- Pubblicità -

Nuovo rincaro per le accise sui tabacchi, lo prevede la bozza della manovra di Bilancio 2023 del governo Meloni che ha messo nero su bianco quando aumentano le sigarette (anche quelle elettroniche) e di quanto sarà l’incremento del costo delle “bionde”. Insomma il conto per i fumatori sarà sempre più salato. La novità è emersa dopo la pubblicazione del primo testo di massima della legge di Bilancio, che dovrà passare ora in Parlamento dove sono possibili modifiche in base a eventuali emendamenti. Il conto delle misure messe in campo dal nuovo esecutivo, come spesso succede, sarà pagato anche dai fumatori con questi incrementi.

Di quanto aumenteranno le sigarette (anche le elettroniche)

In particolare la bozza della manovra 2023 prevede un aumento delle accise fisse pari a “36 euro per 1.000 sigarette”, a cui si aggiunge l’aliquota base prevista per i tabacchi lavorati: questo vuol dire che in media un pacchetto di 20 sigarette aumenterà di circa 20 centesimi. Questo perché il rialzo dell’accisa fissa ha una conseguenza, a cascata, sull’accisa variabile dei tabacchi, che invece diminuisce: per questo il rincaro sarà in media di 20 centesimi e non di 70 cent come ipotizzato in un primo momento da molti organi di stampa.

- Pubblicità -

Ma non è tutto. Il testo traccia anche una road map degli aumenti per i prossimi anni, con una crescita in media tra i 10 e i 15 centesimi: 36,50 euro per mille sigarette nel 2024 e 37 euro per mille sigarette nel 2025. Aumentano inoltre le sigarette elettroniche, ecco di quanto: 15% in più per i prodotti con nicotina e un rincaro del 10% per quelli senza nicotina. Fatti due conti si tratta di 8 centesimi in più per millilitro per le e-cig senza nicotina e di circa 13 centesimi in più per ml per quelle contenenti nicotina. I prodotti con tabacco riscaldato subiranno poi un aumento in quattro anni tra i 10 e 15 centesimi. In Italia l’accisa specifica per i tabacchi lavorati al momento è una delle più basse in Europa.

Quando aumentano le sigarette nel 2023

Le sigarette non aumenteranno né oggi, né domani, ma secondo la bozza della manovra i rincari scatteranno dal 1° gennaio 2023 per i pacchetti delle bionde e anche per i cosiddetti “prodotti succedanei dei prodotti da fumo” (ossia anche le sigarette elettroniche con e senza nicotina): l’ultimo giorno per fare incetta di pacchetti con il “vecchio” prezzo sarà quindi il 31 dicembre 2022.

- Pubblicità -

I successivi step per gli aumenti sono fissati al 1° gennaio 2024 e al 1° gennaio 2025. Come detto si tratta ancora di proposte: il testo sarà discusso adesso dalle Camere.

I tempi della legge di bilancio

In questi ultimi giorni di novembre è previsto l’arrivo davanti ai deputati, mentre a fine dicembre è previsto l’ok definitivo in Senato. È proprio alla Camera che potrebbero essere avanzati emendamenti per introdurre novità o correttivi a quanto previsto dal governo Meloni. Solo quando ci sarà l’approvazione definitiva da entrambi i rami del Parlamento si saprà con certezza quanto aumenteranno le sigarette.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -