mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeRubricheI consigli del LibraioLibri per l'estate 2021, 3...

Libri per l’estate 2021, 3 romanzi ambientati in montagna

Torna l'appuntamento con i consigli di lettura di Gabriele Casamento che tra i libri per l'estate 2021 seleziona 3 romanzi ambientati in montagna

-

Sono stati scelti accuratamente tra i tanti romanzi ambientati in montagna questi tre libri, fatti apposta per l’estate 2021. Dopo i gialli e i thriller, che sono dei classici da leggere sotto l’ombrellone, ecco i titoli scelti da Gabriele Casamento tra i libri ambientati in montagna. Per frescheggiare, almeno con la fantasia.

Lena, la ragazza della montagna nel libro di Fioly Bocca per l’estate 2021

Lena conosce a memoria ogni angolo delle montagne che circondano il paesino in cui vive da sempre. Saprebbe indicare il punto preciso in cui il bosco si dirada per diventare alpeggio e potrebbe indicare ad occhi chiusi la posizione dei massi che costeggiano i sentieri. Lena è cresciuta tra le montagne, con una madre che non le ha mai dato l’affetto che si aspettava e un padre, al contrario, le è sempre stato vicino. E nella montagna Lena ha messo in pausa la sua vita, adagiandosi in una solitudine fatta di monotonia e abitudini sempre uguali. All’improvviso questa solitudine però viene scalfita dal ritorno di Corrado, che molti anni prima se ne era andato senza dire niente e con cui condivideva la grande passione per la montagna. Inizierà un percorso interiore di Lena in cui sarà combattuta tra il non riaprire vecchie ferite fatte di cose non dette e sotterrate in fondo al cuore e la voglia di spazzare via tutta quella solitudine come un soffio di vento che allontana le nuvole nel cielo. Una scrittura delicata che riesce a toccare le giuste corde. Fioly Bocca – Quando la montagna era nostra – Garzanti

Libri di montagna, arriva il misterioso omicidio a due passi da Ötzi

È dicembre inoltrato e in Val Senales fa davvero freddo. Una notte, una delle più gelide dell’anno, una strana luce viene avvistata sul ghiacciaio e poco dopo viene ritrovato un cadavere con una freccia conficcata nel collo. Proprio nello stesso ghiacciaio, venticinque anni prima, era stato ritrovato Ötzi, una mummia del 3000 d.c. incredibilmente conservata grazie al freddo del ghiacciaio e adesso esposta al Museo Archeologico di Bolzano; anche lui ucciso da una freccia nel collo. Ad occuparsi delle indagini sarà il Commissario Grauner, con un piede già in vacanza e con la volontà sbandierata di ritirarsi a fare il contadino, e l’ispettore Saltapepe, trasferitosi da Napoli e per niente incline a condividere con gli abitanti del luogo la passione per la montagna e per le basse temperature. Divertente ed appassionante. Lenz Koppelstätter – Omicidio sul ghiacciaio – Tea

Per l’estate 2021 anche la natura potente di Righetto

In un mondo al collasso a causa del cambiamento climatico e del riscaldamento globale è diventato quasi impossibile vivere nelle pianure; l’unica salvezza è rappresentata dalla montagna. E in un monastero alle pendici dei monti vie Bruno, un ragazzo magro e altissimo particolarmente legato agli animali minuti e mosso dalla convinzione che i più grandi devono prendersi cura dei più piccoli. Il suo atteggiamento, lo sguardo sognante e la sua mansuetudine fanno sì che a molti sembri uno sciocco, ma sono proprio queste sue caratteristiche a renderlo attento e particolarmente capace di capire cose che gli altri non vedono. Al monastero gli viene affidata la cura delle api, preziosissime per i vari utilizzi di miele e cera ma soprattutto per la loro ruolo chiave nel meccanismo della Natura. Bruno farà la conoscenza di Leni, una bambina sola e muta e del vecchio Johannes che, convinto dell’inesorabile declino del mondo, si costruisce una bara con l’ultimo abete rosso dietro casa e parte per un viaggio verso l’Ortles, un monte sacro, sfidando a dama chiunque incontri. Una natura potente che resta impressa nella mente. Matteo Righetto – I prati dopo di noi – Feltrinelli

Ultime notizie