giovedì, 21 Ottobre 2021
HomeSezioniSportUn libro per lo sport...

Un libro per lo sport a Firenze: i vincitori

Il più votato è stato “Caro Mister” di Michela Lanza, seguito da “Grande Vigna!” di Bruno Confortini e “Azzurra è la notte” di Gaia Simonetti. Quarto classificato “Non prendetemi solo a calci” di Lorenzo Mossani, quinto “Fuorigioco!” di Carlo Carotenuto, Sara Colzi e Simone Pagnini. Sono i risultati del premio “Un libo per lo sport a Firenze” indetto dal Coni Firenze lo scorso dicembre e che ha raccolto oltre 1100 voti, tramite internet, mail e via lettera.

-

Il più votato è stato “Caro Mister” di Michela Lanza, seguito da “Grande Vigna!” di Bruno Confortini e “Azzurra è la notte” di Gaia Simonetti. Quarto classificato “Non prendetemi solo a calci” di Lorenzo Mossani, quinto “Fuorigioco!” di Carlo Carotenuto, Sara Colzi e Simone Pagnini. Sono i risultati del premio “Un libo per lo sport a Firenze” indetto dal Coni Firenze lo scorso dicembre e che ha raccolto oltre 1100 voti, tramite internet, mail e via lettera.

IL LIBRO VINCITORE. In tutto erano 9 i volumi in lizza, selezionati dalla giunta provinciale del Coni, in collaborazione con il gruppo toscano USSI Unione Stampa sportiva italiana. Vista l’alta partecipazione, la giuria ha deciso di ampliare il numero di vincitori da 3 a 5. Il libro di Michela Lanza (Sassoscritto Editore), dedicato alla storia degli allenatori viola, ha ricevuto 367 preferenze.

LE ALTRE OPERE. Fuori della rosa dei vincitori sono rimasti, in ordine di classifica, “Crescere in Viola” di Luciano Artusi, Luca Gorrone e Giuseppe Lefebre, “Un beldì vedremo…viola” di Paolo Beldì, “Il Pianeta Ovale” di Sergio Salvie e “Il mercato Viola” di Riccardo Galli.

Ultime notizie