mercoledì, 3 Giugno 2020
Home Sezioni Storie Regala un libro, una campagna...

Regala un libro, una campagna contro la crisi delle librerie

Libri in regalo ai clienti per combattere la crisi delle librerie: la società di comunicazione Jump Media lancia l'iniziativa #regalaunlibro

-

Libri in regalo ai propri clienti, per aiutare le librerie indipendenti a uscire dalla crisi e offrire una buona lettura, ancor più d’aiuto in tempi come questi. È l’idea di Jump Media, società fiorentina di comunicazione, che invita chiunque voglia, imprese e cittadini, a unirsi alla campagna #regalaunlibro.

Regala un libro e aiuta le librerie

“Questo maledetto virus – scrive Jump in una nota –, oltre a farci pagare un prezzo altissimo di vite umane, sta producendo danni enormi in settori rilevanti della nostra economia. Il mondo dell’editoria, e quello delle piccole librerie indipendenti in particolare, già fragile e finora poco tutelato, patisce moltissimo questa crisi“.

Da qui l’idea: “La nostra (piccola) società, Jump, è stata, finora, invece fortunatamente poco toccata dalla crisi. Per questo abbiamo pensato che fosse giusto dedicare qualche ora del nostro tempo, e qualche risorsa, ad una iniziativa che abbiamo scelto di chiamare semplicemente #regalaunlibro“.

Coronavirus, contro la crisi dei librai “Regala un libro”

“Abbiamo infatti deciso – prosegue Jump – di comprare alcune decine di libri (alla fine sono 80 – 80vogliadileggere) presso una delle
librerie indipendenti che provano a resistere a questa crisi: la Todo Modo di Firenze. Questi libri li regaliamo ai nostri clienti e partner
e chiediamo loro di fare altrettanto, se possono”.

“Chiediamo insomma alle società che lavorano con noi ma anche a singoli cittadini di comprare uno o più libri (possibilmente in una libreria indipendente) e di regalarli a qualcuno. E ci piacerebbe poi che lo raccontassero, aiutandoci a far conoscere il più possibile l’iniziativa #regalaunlibro e le librerie indipendenti che vogliamo provare ad aiutare”.

La lettura, un grande aiuto contro la paura

“Torneranno presto tempi migliori, ne siamo certi – conclude la società–. Vogliamo pensare alla ripartenza e vorremmo che nessuno rimanesse indietro. E leggere un buon libro in questo momento è sempre una delle cose migliori da fare. Se puoi aiutaci a far conoscere l’iniziativa con un tweet o come riterrai più opportuno . Sappiamo che questo è un gesto poco più che simbolico, ma ci fa molto piacere farlo”.

Ultime notizie

Coronavirus, la mappa e l’andamento del contagio in Toscana

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione

Coronavirus, restano meno di mille casi attivi in Toscana. Le notizie del 3 giugno

Quattro nuovi casi, ma il totale di quelli attivi scende sotto i mille. Le notizie di oggi, 3 giugno, sul contagio da coronavirus in Toscana

Bonus 600 euro aprile: partite Iva, Inps e casse private, le novità

Il bonus di 600 euro si allarga a nuove categorie Inps, casse private ancora in attesa del Decreto interministeriale

Conte, conferenza stampa oggi 3 giugno: a che ora seguirla in diretta

Il presidente del Consiglio torna a parlare delle misure prese dal governo per l'emergenza coronavirus