Mercato dei libri e dei fiori, una volta al mese in piazza dei Ciompi. È questa la novità annunciata da Palazzo Vecchio per il grande spazio pubblico riqualificato di recente con un nuovo giardino (l'inaugurazione della nuova piazza dei Ciompi il 7 settembre) e l'addio del mercato delle pulci. Arrivano invece fiere temporanee, come quella delle librerie indipendenti fiorentine.

Fiera del libro in piazza dei Ciompi, quando

Si tratta di una sperimentazione: se l’appuntamento riscuoterà un buon successo potrà essere replicato in futuro. Si parte sabato 15 settembre, per proseguire il 20 ottobre, il 17 novembre e infine il 15 dicembre. Si tratta di un appuntamento, organizzato da Confartigianato Firenze con il contributo del Comune, che vedrà protagoniste le librerie indipendenti della città.

La manifestazione fa infatti parte di un pacchetto di misure varato dal Comune di Firenze, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re, per aiutare il settore delle piccole librerie del territorio che prevede, oltre alla “fiera promozionale delle librerie indipendenti” in piazza Ciompi, anche altri azioni.

Le misure per le librerie indipendenti di Firenze

Tra queste la possibilità per gli esercenti occupare il suolo pubblico all’esterno del negozio per esporre libri, un po’ come succede già per i fiorai e gli ortolani; la possibilità di vendere i libri presentati direttamente nelle biblioteche e nelle altre sedi del Comune; l’esenzione dal pagamento del suolo pubblico per le fiere promozionali e le manifestazioni straordinarie di libri e fiori a partire dal prossimo esercizio finanziario; la promozione della partecipazione delle librerie indipendenti alle gare per l’acquisto di libri da parte del Comune per le proprie biblioteche comunali, nel rispetto della normativa sugli appalti.