domenica, 14 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaDopo la coppa la Fiorentina...

Dopo la coppa la Fiorentina gioca al Franchi contro il Verona

Domenica 17 dicembre alle 15 senza Nico infortunato. Potrebbe rientrare Bonaventura. In attacco spazio a Nzola preferito a Beltran

-

- Pubblicità -

L’impegno contro il Ferencvaros, in Conference League, ed il pareggio che ha regalato il primo posto nel girone, ha visto quattro elementi della rosa rimanere a Firenze per diversi motivi. Biraghi era semplicemente squalificato e domenica ci sarà. Italiano invece deve fare i conti con l’infortunio a Nico Gonzalez, uscito dopo 20 minuti a Budapest.

Le probabili formazioni

Bonaventura non ha giocato in Ungheria per una contusione al piede destro. Esclusione precauzionale quella di giovedì scorso. Il trequartista non pare destare preoccupazioni particolari e dovrebbe essere in campo domenica, alle 15, al Franchi, contro il Verona. Stesso discorso per Arthur: sovraccarico all’adduttore destro. Duncan invece è in dubbio causa influenza. Al suo posto dovrebbe giocare ancora Martin Lopez. Per Sottil infine affaticamento al flessore: Brekalo è stato titolare giovedì e può essere un indizio. Kouamé quindi si candida. In attacco Beltran potrebbe lasciar spazio a Nzola che è favorito per la maglia da titolare. In porta dovrebbe rientrare Terracciano, in difesa Milenkovic sicuro di una maglia dal primo minuto.

- Pubblicità -

Ci sarà un cambio forzato nella squadra allenata da Marco Baroni. Domenica a Firenze infatti mancherà lo squalificato Duda. Due i candidati per sostituire lo slovacco: Hongla e Serdar con il primo ancora in leggero vantaggio. In difesa ci sono sempre da monitorare i possibili recuperi di Hien e Dawidowicz che paiono entrambi sulla via del rientro. Non è quindi escluso che almeno uno dei due possa partire titolare. Faraoni invece resta in dubbio a causa di un affaticamento muscolare. In attacco il punto fermo è Ngonge dato che sia Djuric che Lazovic sono insidiati. Henry sta tornando in piena forma e qualora possa garantire un discreto minutaggio, si gioca il posto da prima punta. Lazovic invece deve battagliare con Mboula.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -