domenica, 21 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaFiorentina ai quarti di Coppa...

Fiorentina ai quarti di Coppa Italia. Battuto il Parma ai calci di rigore

Brividi per i viola che riescono a vincere l’ottavo di finale dopo una gara lunghissima. Decisivi gli errori di Man e Camara

-

- Pubblicità -

La Fiorentina riesce a raddrizzare una gara già persa solo negli ultimi 10 minuti dei tempi regolamentari. Sotto di due reti nel primo tempo, recupera nella ripresa, porta il Parma ai supplementari e poi vince (6-3) ai rigori. In gol Biraghi, Kouamé, Milenkovic e Beltran. Per il Parma segna Hernani e poi sbagliano Man e Camara.

Italiano non indovina la formazione. Partono dal 1° minuto Mina, Parisi, Mandragora e Brekalo. Tutti sostituiti ad inizio secondo tempo. Dopo tanto si è rivisto giocare la squadra con le due punte: Nzola, partito titolare e, a metà secondo tempo, Beltran che ha preso il posto di Barak. È stato da allora che la squadra ha spinto di più e con maggior profitto agguantando il pareggio. Fabio Pecchia mette tanti giovani bravissimi. Il Parma è primo in serie B e si vede. La squadra è veloce e ben messa in campo e sfrutta ogni disattenzione avversaria.

- Pubblicità -

La partita

Nel primo tempo la Fiorentina fatica tantissimo contro un Parma equilibrato che passa in vantaggio al 21’. Christensen respinge due volte i tiri dei ducali ma poi, dal limite dell’area, è Bernabé a concludere con un tiro di piatto che finisce all’incrocio dei pali. Passano due minuti ed il Parma con un’azione tutta in velocità serve Bonny che insacca alle spalle di Christensen. È lo stesso portiere dei viola ad evirare un passivo più pesante con la Fiorentina lenta e mai capace di incidere in attacco. Italiano cambia metà squadra. Fa entrare Biraghi, Arthur, Ranieri ed Infantino e poi Beltran. La squadra cambia. All’83’ cross di Sottil, stop di Nzola e girata al volo, in velocità, con la palla che s’insacca all’incrocio. All’89’ l’arbitro Marinelli decreta un calcio di rigore per tocco di mano in area. Dal dischetto va Sottil che incrocia con il destro, con Corvi che non trattiene. È il 2-2. Si va ai supplementari dove però non succede un granché. Infine i rigori ed il passaggio del turno per i viola.

L’allenatore

Vincenzo Italiano commenta così il passaggio ai quarti di finale della Coppa Italia. “Sono contento di aver tenuto Nzola anche nel secondo tempo. Dovevamo governare qualche pallone alto in area. Serviva una reazione dopo un brutto primo tempo, non solo lui, sono contento perché lo ha fatto e ha segnato. E poi perché siamo riusciti a passare il turno. Sapevamo della pericolosità e delle qualità del Parma, nel primo tempo non siamo riusciti a fare quello che dovevamo a differenza della ripresa. Oggi siamo stati bravi a trovare nuove soluzioni. Ho giocato con due punte – aggiunge Italiano – e Beltran ha dimostrato di saper giocare anche in maniera diversa, da qui in avanti questa soluzione ci può tornare utile perché insieme a Nzola si muovono bene. Non è semplice preparare le partite e recuperare energie in così poco tempo. Abbiamo perso Ikonè per influenza, Nico è acciaccato, Kouame ha un problema al ginocchio. Ma abbiamo avuto una reazione da squadra vera, abbiamo spinto per inerzia, è una squadra che ha orgoglio e anima”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -