domenica, 23 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaLa Fiorentina batte il Braga...

La Fiorentina batte il Braga al Franchi e vola agli ottavi di Conference

Clamorosa la prima rete di Cabral annullata dopo che la gol line tenchology aveva segnalato che la palla era entrata in porta

-

- Pubblicità -

Una partita che farà storia. Non tanto per il risultato che ha visto vincere la Fiorentina sul Braga per 3-2 dopo che aveva vinto in Portogallo 4-0 ma per quanto accaduto sul 2-1 per il Braga quando i viola ottengono il pareggio con Cabral. Il tiro dell’attaccante viene respinto dal portiere ospite con l’aiuto del palo. In un primo momento viene assegnato il gol, con l’arbitro Bastien che si rivolge chiaramente verso il centro del campo indicando il suo braccialetto che segnala la validità della rete: è la gol line tenchology che stabilisce, in teoria in maniera oggettiva, che la sfera ha varcato completamente la linea di porta ma parte anche il lunghissimo (e inaspettato) check del Var. Dopo un lungo controllo l’arbitro francese, evidentemente non sicuro che la palla fosse entrata completamente, annulla la rete di Cabral. La cosa più strana è la grafica della regia Uefa che poco più tardi, nel ricostruire l’azione in 3D, trasmette la scritta “gol” ad indicare chiaramente come il pallone avesse in realtà varcato la linea della porta del Braga.

La partita

Avvio con i portoghesi subito in gol. Al 16’ Gomes sfugge a Biraghi e tira in diagonale battendo Sirigu al debutto da titolare in maglia viola. Al 34’ il raddoppio: Banza serve di testa Martinez, Djalò stoppa e tira di destro nello stesso angolo trovato da Castro ed il Braga è avanti 2-0. Il Franchi perde la pazienza e fischia. I viola reagiscono. Al 37’ Bonaventura serve Dodò che vede arrivare dal fondo Mandragora bravo a segnare il 2-1 col quale si va al riposo. Al 49’ il fattaccio del gol – non gol con il portiere Sà che toglie la palla quando ha già varcato la linea di porta. Un pasticcio di cui si parlerà a lungo. Al 58’ arriva il pareggio viola. Break di Bonaventura che serve in verticale Saponara che tira a colpo sicuro e segna verso il palo lontano. È il 2-2 che cambia il match. All’83’ pallone di Bonaventura per Cabral che entra in spaccata e segna il 3-2. È il quarto gol di fila per il brasiliano che chiude la gara e regala gli ottavi di finale di Conference League alla Fiorentina.

- Pubblicità -

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Le partite iniziano con una storia, e loro sono andati in vantaggio 2-0 ma siamo stati bravi a segnare subito il 2-1 e rimontarla. Questa partita ci insegna che niente è da dare per scontato, ma i ragazzi sono stati bravi a reagire. Sul gol non gol i ragazzi mi hanno fatto vedere l’immagine, non capiamo perché sia stato annullato ma anche lì Cabral era stato bravo. L’aria d’Europa ci fa bene, la concretezza che ci manca la riusciamo a trovare: bravi oggi, bravi all’andata, qualificazione meritata. Saponara – aggiunge il tecnico – un ragazzo intelligente, gioca con la testa e oggi l’ho schierato perché serviva intelligenza e gestire il vantaggio dell’andata. È rinato, è un uomo squadra perché parla con i giovani e sta iniziando anche a fare gol: ci può dare una grossa mano”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -