venerdì, 12 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaLa Fiorentina contro la Cremonese...

La Fiorentina contro la Cremonese per centrare la finale di Coppa Italia

Probabilmente la sfida più importante di questo aprile infuocato. Si parte dal 2-0 ottenuto all’andata. Tanti i dubbi di Italiano

-

- Pubblicità -

La Fiorentina si gioca l’accesso alla finale di Coppa Italia domani, giovedì 27 aprile alle 21 allo stadio Artemio Franchi contro la Cremonese. All’andata finì 2-0 per i viola. Probabilmente si tratta della sfida più importante e delicata di questo infuocato aprile. I viola sono reduci da due sconfitte. La prima, indolore, contro il Lech Poznan, non ha compromesso la qualificazione alle semifinali di Conference League. La seconda, domenica a Monza, ha preoccupato non poco staff e tifosi. Il rischio è che i giocatori siano stanchi e che sia venuta meno la concentrazione.

Le probabili formazioni

Molti sono i dubbi di Vincenzo Italiano che cercherà di mettere in campo la formazione migliore. Terracciano in porta, Dodò e Biraghi agiranno come terzini. Riposando Martinez Quarta, saranno Milenkovic e Igor la coppia centrale. Tanti ballottaggi nel mezzo. Amrabat è, al momento, l’unico certo del posto, con Mandragora non al top potrebbe toccare a Castrovilli. Barak giocherà alle spalle dell’attacco. Cabral avanti, con Nico Gonzalez e Ikonè come esterni.

- Pubblicità -

Ballardini cerca il miracolo ma dovrà inventarsi una formazione valida viste le tante assenze. Chiriches è indisponibile in difesa mentre i centrocampisti Benassi e Tsadjout non sono al meglio dopo la gara di Udine. Infine, in attacco, Ciofani sta smaltendo la forte influenza sofferta nei giorni scorsi. Assente anche Aiwu per squalifica. Sarr sarà il portiere. Sernicola e Quagliata sulle corsie esterne, Ferrari e Lochoshvili in mezzo. A centrocampo straordinari per Meité e Castagnetti, affiancati da Pickel. Davanti Galdames sarà il trequartista alle spalle di Okereke e uno tra Dessers e Afena-Gyan.

L’allenatore

“Partiamo con un piccolo vantaggio maturato all’andata, dobbiamo tenercelo stretto e sfruttarlo al meglio considerando l’importanza della posta in palio. Non esistono partite chiuse e le insidie non mancheranno – ha proseguito Vincenzo Italiano parlando ai canali del club – ma proprio perché sappiamo cosa rappresenta questa gara per la storia della Fiorentina siamo concentrati al 100% per dare tutto e accedere in finale”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -