domenica, 14 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaLa Fiorentina si fa rimontare...

La Fiorentina si fa rimontare e perde col Monza

I viola vanno avanti per 2-0 con Kouame e Saponara poi, incredibilmente, si fanno rimontare e regalano tre punti ai brianzoli

-

- Pubblicità -

Squadra stanca e che inizia a sentire il peso di dover giocare tutte le settimane due gare tra campionato e coppa. Dopo la sconfitta, indolore, di giovedì contro il Lech Poznan in Conference League la Fiorentina si fa rimontare dal Monza dopo che era partita molto bene ed aveva condotto il gioco nei primi 25 minuti. Segnali d’allarme anche in vista del ritorno della semifinale di Coppa Italia in programma giovedì prossimo allo stadio Artemio Franchi contro la Cremonese.

La partita

Gara dai due volti. Viola padroni del campo nella primissima parte di gara poi gli uomini di Italiano spariscono e subiscono una rimonta incredibile da parte del Monza. La Fiorentina trova subito il vantaggio dopo pochi minuti con Kouamé che, sugli sviluppi di un corner battuto da Biraghi, è bravo a saltare Pessina e battere Di Gregorio con un bel colpo di testa. Al 13’ la Fiorentina segna ancora con Saponara che, servito proprio da Kouamé, insacca in rete il pallone che vale lo 0-2. Ma la Fiorentina finisce qui. Al 26’ c’è una respinta di Terracciano su tiro di Caprari, il pallone carambola addosso a Biraghi e finisce in rete per il più classico degli autogol. Al 43’ Dany Mota approfitta della disattenzione di tutta la difesa con Terracciano che esce male e favorisce il pareggio del Monza. Nel secondo tempo non cambia niente con il Monza a fare la gara e la Fiorentina che non riesce a reagire. Al 58’ Pessina trasforma un calcio di rigore assegnato per un fallo di Amrabat ai danni di Dany Mota. Ed al 84’ il Monza colpisce pure un palo con Caldirola sugli sviluppi di un corner.

- Pubblicità -

L’allenatore

Deluso, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Non si può sparire così dalle partite. Detto ciò, dobbiamo archiviare subito che giovedì abbiamo un altro impegno importante. Tutte le partite sono importanti, oggi potevamo avvicinarci alle squadre che ci stanno davanti. Non possiamo staccare la spina così. Se siamo rinati è perché abbiamo alzato l’asticella. Credo sia una questione di atteggiamento, se si sbaglia diventiamo una squadra normale. La sconfitta mi fa arrabbiare, ma devo rimanere lucido. Abbiamo tanti impegni e bisogna ripartire. Contro la Cremonese sarà una gara importante che ci può permettere di andare in finale”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -