lunedì, 15 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaLa Fiorentina vola ai quarti...

La Fiorentina vola ai quarti di Conference League

Prova gigantesca dei viola contro il Sivasspor battuto 4-1. Follia a fine gara: un tifoso invade e colpisce al volto Bianco

-

- Pubblicità -

La Fiorentina vince anche in Turchia e si qualifica ai quarti di finale di Conference League. Sesta vittoria tra campionato e coppa. Ottavo successo consecutivo quest’anno in Conference League. Centesima vittoria nella storia viola nelle competizioni europee: Coppa dei Campioni, Coppa delle Coppe, Coppa delle Fiere, Coppa Uefa, Europa e Conference League. Un successo, dunque, che rimarrà negli annali. Decisivi Cabral, sesto centro nel torneo, e Milenkovic. In gol anche Castrovilli. L’ultimo sigillo è stato un incredibile autogol. Un match macchiato dal pugno a Bianco dopo invasione di campo e aggressione da parte di un tifoso turco. Italiano aveva scelto Cabral come prima punta, anche perché Jovic era arrivato a Sivas solo al mattino per impegni che aveva a Madrid, supportato da Gonzalez ed Ikoné. Dall’altra parte, invece, senza Gradel ed Osmanpasa, Calimbay aveva puntato tutto su Erdogan e Yesilyurt, quest’ultimo autore poi dell’unica rete per i biancorossi.

La partita

Terreno di gioco pessimo che ha condizionato le squadre. Infatti, al 15’ Charisis s’infortuna alla caviglia ed è costretto ad uscire. Al 37’ Yesilyurt parte dalla sinistra e lascia partire un destro dalla distanza che beffa Terracciano per l’1-0 in favore dei turchi. Al 44’ inserimento di Gonzalez che impegna il portiere turco Vural. Sulla respinta è bravo Cabral a ribattere a rete in scivolata per il pareggio con cui si va al riposo. Al 62’ c’è un angolo di Mandragora, colpo di testa vincente da parte di Milenkovic che segna il vantaggio e festeggia la sua duecentesima maglia viola. La terza rete viola è un goffo colpo di testa all’indietro di Goutas che finisce alle spalle del portiere Vural. Il 4-1 arriva all’89’ con Castrovilli che, di destro, gira dal limite dell’area e chiude la partita.

- Pubblicità -

Nei minuti finali Alessandro Bianco è stato aggredito da un tifoso che l’ha colpito con un pugno durante i festeggiamenti dopo il quarto gol di Castrovilli. Il direttore generale Joe Barone ha immediatamente contattato il presidente della Uefa Ceferin per chiedere tutela e che vengano presi dei provvedimenti. Intanto Alessandro Bianco ha sporto denuncia nei confronti del tifoso del Sivasspor.

L’allenatore

Vincenzo Italiano ha commentato il passaggio del turno da parte dei viola partendo da quanto è successo a Bianco. “Non c’è nulla da commentare, una roba vergognosa perché neanche il ragazzo si aspettava una cosa del genere e adesso è nello spogliatoio con il naso rotto. Questo rovina una partita vinta. Sono contento di quello che ho visto, oggi abbiamo dimostrato di poter recuperare il risultato in uno stadio del genere contro una squadra che voleva batterci. Lo abbiamo fatto non snaturando il nostro gioco, siamo orgogliosi. Lo stadio era caldo e spingeva i loro giocatori, soffrire la loro veemenza ci stava. Il gol subito è stato incredibile, poi siamo stati bravi subito a reagire e nel secondo tempo – ha detto ancora Italiano – ho visto i ragazzi concentrati su un campo bruttissimo mettendo a posto la situazione. Abbiamo preparato la gara nei minimi dettagli, curando tutto e facendoci trovare pronti alla battaglia. Tenevamo alla qualificazione, siamo orgogliosi: adesso aspettiamo il nostro avversario”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -