sabato, 13 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaPoker viola in Polonia

Poker viola in Polonia

La Fiorentina vince 4-1 contro il Lech Poznan ed ipoteca la semifinale di Conference League. Di Cabral, Gonzalez, Bonaventura e Ikoné le reti

-

- Pubblicità -

Senza storia la gara di andata dei quarti di finale di Conference League. La Fiorentina dilaga contro il Lech Poznan conquistando il tredicesimo risultato utile consecutivo tra campionato e coppe. Quattro reti, di Cabral, Gonzalez, Bonaventura e Ikoné in una partita perfetta che permette ai viola di poter già guardare alla semifinale prima ancora della gara di ritorno che si giocherà giovedì prossimo, alle 18,45, allo stadio Artemio Franchi. I viola non perdono una partita dal 12 febbraio (contro la Juve) ed hanno totalizzato undici vittorie e due pareggi. Italiano sceglie ancora Cabral al centro dell’attacco con Gonzalez a destra, Bonaventura e Brekalo a sinistra. In difesa, senza Martinez Quarta, il tecnico viola punta su Ranieri e non su Igor. Van den Brom opta per un tandem d’attacco formato da Marchwinski e dall’ex di Crotone e Parma, lo svedese Ishak.

La Partita

La Fiorentina parte subito bene e dopo 4 minuti è subito in vantaggio. Nico Gonzalez riceve palla, si accentra e lascia partire un mancino che finisce sul palo e poi sulla schiena di Bednarek. Cabral è ben appostato e insacca di piatto sinistro. È l’1-0 per i viola. Per il brasiliano è il decimo gol nel 2023 tra tutte le competizioni, in Serie A meglio di lui ha fatto solo Osimhen (15 centri). Al 20’ è Brekalo che, con una botta dal limite, colpisce il palo. Sul capovolgimento di fronte Ishak fa da sponda per Velde che, di destro, batte Terraciano per il pareggio. Al 41’ Biraghi crossa per Gonzalez che salta e, di testa, beffa il portiere Bednarek. Nei minuti di recupero Cabral tira alto, in scivolata, a due passi dalla porta.

- Pubblicità -

Dopo pochi minuti dell’inizio della ripresa Italiano richiama Gonzalez che esce dolorante per una botta al ginocchio. Al suo posto entra Ikoné. Al 58’ è proprio Ikoné a farsi deviare un tiro, ma c’è Bonaventura che, in corsa, raccoglie il rimpallo e calcia dritto all’incrocio dei pali per il 3-1. Dopo pochi minuti Ikoné riceve da Milenkovic e fa tutto da solo, arriva al limite dell’area e trova l’angolino giusto per il 4-1 finale. I viola escono da trionfatori e possono già iniziate a pensare al prossimo impegno in campionato, lunedì sera, contro l’Atalanta.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -