lunedì, 22 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaSolo un pari per i...

Solo un pari per i viola contro il Lecce – FOTO

Un tempo a testa. La Fiorentina domina il primo tempo con le reti di Gonzalez e Duncan. Rimonta salentina nella ripresa

-

- Pubblicità -

Un pareggio che non accontenta le squadre. Bene la Fiorentina nel primo tempo ma il Lecce non demorde e nel secondo tempo rimonta ed ottiene un punto. E dire che gli uomini di Italiano sembravano sicuri di vincere dopo i primi 45 minuti di gioco. Tante novità in campo a partire dal portiere Christensen on Parisi e Beltran fin dal primo minuto. D’Aversa è accorto col suo Lecce con Strefezza centravanti, Banda ed Almqvist ai lati.

La partita

Gara che inizia subito nel segno dei viola. Dopo nemmeno tre minuti il vantaggio. Calcio d’angolo, colpo di testa di Gonzalez e palla all’angolo con Falcone battuto. Intorno al 20′ Beltran serve in verticale Arthur che crossa per Duncan: testa del centrocampista e 2-0 per la Fiorentina. Gol numero 4000 nella storia della Fiorentina. A due minuti dall’intervallo azione di Nico Gonzalez che serve ancora Duncan il cui sinistro al volo colpisce la base del palo a Falcone battuto. Lecce più tonico nel secondo tempo. Al 55′ è Pongracic ad inserirsi centralmente, tiro fuori. Italiano cambia. Dentro Brekalo per Sottil e Nzola al posto di Beltran. Poi dentro anche Mandragora fra i viola e Krstovic nel Lecce. Proprio il nuovo entrato salentino trova il gol con un colpo di testa su cross di Dorgu. La pareggia poi Krstovic ad un quarto d’ora dalla fine, anche lui appena entrato, con un altro colpo di testa. Il Var toglie un rigore assegnato nel finale ai viola. Grande rammarico tra i 30 mila del Franchi che giovedì tiferanno per la gara di ritorno dei playoff di Conference League contro il Rapid Vienna. Si parte con gli austriaci avanti di una rete.

- Pubblicità -

L’allenatore

Dispiaciuto, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Abbiamo fatto, nonostante pochi giorni per prepararla, una buona partita. Bravi a tirare fuori un primo tempo di grande qualità. L’unico neo è stato quello di non fare il 3 a 0. Poi sulle partite di inizio di campionato, giocando ogni 3 giorni ci può stare un calo. Dobbiamo toglierci presto questo difetto, ogni tiro contro è gol. Se non ce lo togliamo perdiamo punti, e così non va bene. Io ho visto una bella Fiorentina, quei difetti li possiamo togliere. La squadra continua a creare, sono contento di Beltran, di come ha approcciato Christensen, Arthur ha fatto assist, e Parisi ha giocato bene. Ci può stare un calo, fa troppo caldo. Nonostante tutte le rotazioni la squadra ha giocato bene. Ribadisco – aggiunge Italiano – non è possibile prendere gol al primo tiro, non è possibile. Non puoi perdere due punti così, questo è l’unico neo. Dalla scorsa stagione stiamo variando davanti, aggiungendo una mezz’ala di qualità. Nzola ha più attacco alla profondità, Beltran è furbo e scaltro, bravo nello stretto e a duettare con i compagni. Sta a me metterli nelle condizioni di segnare. Ad Arthur avevo detto che tutti i palloni che perde ci costano un gol. E oggi se ne è reso conto. Però ha una qualità immensa, si sa buttare dentro bene. Lo abbiamo voluto a tutti i costi”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -