venerdì, 12 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaUn pareggio per la Fiorentina...

Un pareggio per la Fiorentina a Torino

Viola a quota 50 in classifica. Entra Jovic e segna dopo poco più di due minuti. Poi la risposta di Sanabria

-

- Pubblicità -

Fiorentina e Torino continuano a salire, a braccetto, nella classifica di serie A. Sono adesso entrambe a quota 50. Una partita da fine stagione per viola e granata senza grosse emozioni. Fiorentina completamente diversa rispetto a quella che ha vinto a Basilea ed ha ottenuto la qualificazione per la finale di Conference League. Cerofolini in porta, in regia l’ex Mandragora e, in attacco Sottil, Kouamè e Saponara. Juric tiene in panchina Sanabria. A centrocampo Karamoh e Tonny e Vlasic come trequartista. Per Vincenzo Italiano scelte dettate anche dalla volontà di preservare le forze in vista della finale di Coppa Italia in programma all’Olimpico contro l’Inter.

La partita

Il primo tempo è avaro di azioni in attacco. Si registra un tiro, al 22’, di Rodriguez che viene parato da Cerofolini. Poi ci prova Sottil con un tentativo di pallonetto-cross che scavalca sia Milinkovic che la traversa. In avvio di secondo tempo Italiano fa entrare Jovic al posto di Sottil. Dopo poco più di due minuti traversone di Kouame, Schuurs e Djidji si perdono completamente la marcatura di Jovic che segna l’1-0. Al 55’ c’è un cross basso di Buongiorno dalla sinistra, Sanabria anticipa Igor e segna di sinistro all’angolino. Non succede molto di più e finisce con un giusto pareggio.

- Pubblicità -

L’allenatore

Vincenzo Italiano ha commentato il pareggio. “La partita contro il Toro ha confermato il grande spirito di questa squadra, siamo tornati venerdì ed eravamo stanchi, in primis il sottoscritto. Ed invece anche qui abbiamo dato grande fastidio ad un avversario tosto, vuol dire che la squadra sta bene di testa e fisicamente. Non è facile gestire tutti questi impegni così ravvicinati, ma è un momento bellissimo e stimolante per tutti. Giocando tutte queste partite siamo venuti fuori alla grande ed abbiamo meritato pienamente queste due finali. C’è grande fiducia in vista di mercoledì – continua il tecnico viola – e non proviamo vergogna nel dire che loro, i nerazzurri, sono più forti, non solo di noi ma anche di quasi tutti in Italia. Nelle due gare di campionato abbiamo giocato a viso aperto contro l’Inter”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -