Si tratta di un evento culturale unico ed eccezionale con cui la Fratelli Alinari Fondazione celebra il secondo anniversario del MNAF. In questa occasione – e per tutta la durata della mostra – l’ingresso sarà completamente gratuito e non ci saranno giorni di chiusura.
Sono quasi 100 le opere arrivate in Italia, tra sculture, rilievi, calligrafie e fotografie.
Il percorso artistico di Shinjo Ito è iniziato con la fotografia. Fin da giovanissimo Shinjo è attratto dagli apparecchi meccanici e dalle nuove tecnologie e negli anni trenta – quando in Giappone fiorisce la fotografia amatoriale – ottiene vari riconoscimenti in concorsi fotografici e pubblicazioni: il suo obiettivo trasforma paesaggi naturali e scene di vita rurale in composizioni poetiche.
Ma dal 1935 dopo aver ricevuto in regalo una scultura medioevale raffigurante Achalanatha, il suo interesse si sposta verso gli studi religiosi e la scultura buddhista, continuando però ad usare il mezzo fotografico per documentare i suoi lavori.
La principale opera d’arte di Shinjo Ito è la Statua del Grande Parinirvana che rappresenta il Buddha nell’istante che precede la sua morte: il Buddha è adagiato su un fianco, sul suo letto di morte, mentre raggiunge l’illuminazione, il nirvana finale.
Completato nel 1957 in soli tre mesi, il Grande Parinirvana è il lavoro di Shinjo Ito più impegnativo in ordine di grandezza. La scultura è lunga, infatti, quasi 5 metri, completamente dorata e, tra le sue opere, è la più ammirata e contemplata. Il suo sorriso e gli occhi socchiusi sembrano suscitare, in chi lo ammira, gioia e serenità, trasmettendo un’umanità che lo contraddistingue dall’iconografia buddhista tradizionale.
A Firenze la Statua del Grande Parinirvana sarà esposta sotto la prestigiosa loggia delle ex-Leopoldine in Piazza Santa Maria Novella, all’ingresso del MNAF. Museo Nazionale Alinari della Fotografia.
Oltre alla Statua del Grande Parinirvana, la mostra presenta raffigurazioni del Buddhismo poco note qui in Italia come il Bodhisattva Avalokiteshvara, il Buddha Samantabhadra e l’Achalanatha, iconografie molto importanti nella cultura giapponese.
Sito web: www.shinjoito.com/it

MNAF: Firenze, piazza S. M. Novella 14a r, 055.216310, fax 055.2646990, [email protected]
Orario: 10 -19 tutti i giorni
Biglietteria: INGRESSO GRATUITO sia per la mostra che per il Museo.