martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaCorridoio Vasariano, apertura al pubblico...

Corridoio Vasariano, apertura al pubblico nel 2024 con biglietto integrato

Al posto degli autoritratti arriveranno antiche epigrafi, sculture e anche gli affreschi che decoravano l'esterno del corridoio. Una fondazione americana dona 1 milione di euro per il nuovo allestimento

-

- Pubblicità -

Si avvicina l’apertura al pubblico del Corridoio Vasariano, a seguito dei lavori di adeguamento: dal 2024 sarà possibile visitare il passaggio panoramico affacciato sul centro di Firenze, probabilmente grazie un biglietto integrato con Pitti o Boboli dal costo di una quarantina di euro. La data è stata annunciata dal direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, durante la conferenza stampa per la donazione di un milione di euro da parte della fondazione americana Edwin L. Wiegand Foundation. Queste risorse saranno impiegate proprio per il nuovo allestimento del Vasariano, dove – al posto degli autoritratti – sarà esposta una collezione di epigrafi marmoree, tirata fuori per l’occasione dai depositi.

Quando riapre il Corridoio Vasariano al pubblico: la data

Per l’apertura al pubblico del Corridoio Vasariano Schmidt ha indicato una data simbolica, il 27 maggio 2024, in occasione dell’anniversario della strage dei Georgofili, avvenuta nella notte tra il 26 a il 27 maggio 1993. Secondo quanto spiegato, la maggior parte degli interventi per adeguare il passaggio sopraelevato alle norme anti-incendio e per la climatizzazione è conclusa, adesso il cantiere entra nella fase finale. Mancano gli ultimi ritocchi, alla struttura e agli impianti, poi inizierà il riallestimento, che sarà finanziato con la donazione fatta dalla Edwin L. Wiegand Foundation di Reno (Nevada).

- Pubblicità -

Il corridoio, della lunghezza di 850 metri, è stato chiuso alle visite dal 2016 perché non poteva garantire condizioni di sicurezza al pubblico, in particolare in caso di incendio. Il cantiere per la messa a norma, iniziato nel 2021, ha riguardato anche l’installazione di telecamere di videosorveglianza e di ascensori, oltre alla creazione di uscite di sicurezza. Inizialmente si era ipotizzata la riapertura nell’estate 2022, ma poi la complessità degli interventi e la scoperta di danni strutturali, che hanno imposto ulteriori opere, hanno fatto slittare il taglio del nastro. In compenso durante i lavori sono venute alla luce porzioni del pavimento originale in cotto del Vasari e di altri elementi cinquecenteschi come intonaco antico e muratura in pietra.

Come sarà il “nuovo” Corridoio Vasariano: addio alle opere pittoriche

Ci saranno novità per le opere conservate lungo il Corridoio Vasariano perché, per esplicita indicazione dei vigili del fuoco, qui non potranno essere esposti quadri o altro materiale infiammabile. Gli autoritratti, 255 pezzi tra dipinti, sculture, disegni e videoarte che coprono un periodo che va dal Quattrocento ad oggi, sono stati spostati dal Vasariano alle nuove sale degli Uffizi, inaugurate lo scorso luglio.

- Pubblicità -

Al loro posto i futuri visitatori del corridoio che corre da Palazzo Vecchio a Pitti potranno vedere la collezione di antiche epigrafi marmoree greche e romane, attualmente conservata nei depositi degli Uffizi. In aggiunta saranno collocate sculture ellenistiche e romane, proprio come avveniva in origine in questo luogo, e gli affreschi cinquecenteschi (staccati e messi in deposito nell’Ottocento) che un tempo decoravano la parte esterna del passaggio nel tratto affacciato sul giardino di Boboli. Infine saranno posizionati due memoriali in altrettanti punti del Vasariano per ricordare i bombardamenti tedeschi della notte dei ponti del 4 agosto 1944 e l’attentato dei Georgofili. L’apertura delle 72 finestre, molte delle quali fino al 2016 erano state oscurate per proteggere i dipinti dalla luce del sole, permetterà di godere di un panorama unico su Firenze.

Il costo del biglietto per la visita del Corridoio Vasariano

Il prossimo aspetto da affrontare, prima dell’apertura al pubblico, sarà quello del costo del biglietto per visitare il Corridoio Vasariano. Entrerà a tutti gli effetti nel percorso museale ordinario delle Gallerie Uffizi(quindi sarà aperto tutto l’anno) con un ticket dedicato. Secondo le attuali ipotesi, il prezzo dovrebbe aggirarsi introno ai 40-45 euro a persona, comprensivo dell’ingresso a Palazzo Pitti o al giardino di Boboli, ma il tariffario ufficiale è ancora da stabilire.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -